Quantcast

Metro e autobus, abbonamenti più cari

Dal prossimo mese viaggiare sui mezzi pubblici a Brescia sarà più costoso. Applicati gli aumenti sui titoli di viaggio (settimanale, mensile, semestrale ed annuale).

(red.) Come anticipato nei giorni scorsi, viaggiare sui mezzi pubblici a Brescia dal prossimo mese sarà più caro: scattano infatti gli aumenti sugli abbonamenti validi dal primo settembre.
Si tratta di un rincaro del 3% che riguarda però solo i titoli di viaggio settimanali, mensili, semestrali ed annuali e non quelli giornalieri da 75 minuti, il cui scosto è rimasto invariato, né quelli validi per 24 ore.
Il mensile personale (zona 1 o zona 2) passa invece da 32,50 euro a 35 euro, mentre il bimestrale da 65 a 70 euro, il semestrale da 175,50 a 180, l’annuale da 276 a 285.
Ritocchi anche per quelli degli studenti: il mensile costerà infatti 35 euro, l’annuale passerà da 252 a 260 euro. L’abbonamento studenti, inoltre, non sarà più utilizzabile nei mesi estivi.
Costi più salati per l’abbonamento impersonale: da 45 a 48 euro, l’annuale da 450 a 480 euro. Per i titoli di viaggio validi sia nella zona 1 (il comune di Brescia) sia nella zona 2 (i 14 comuni dell’hinterland) il mensile passada 51,50 a 54 euro, il bimestrale da 103 a 108 euro, il trimestrale da 147 a 150 euro, il semestrale da 278 a 285 euro. L’annuale personale integrato aumenta di 12 euro, da 420 a 432 euro e l’annuale integrato studenti di 14 toccando la cifra di 410 euro.
Invariato il costo degli abbonamenti “bussola” per la linea 18 (12 euro) e del mensile over 60, utilizzabile solo nei giorni feriali e non nelle ore di punta, il cui costo è di 23 euro.
La Loggia ha applicato i rincari adeguandosi alla linea scelta dalla Provincia che ha deciso di introdurre un aumento sui costi degli abbonamenti degli studenti provinciali diretti in città pari a 2,5 euro per il titolo di viaggio mensile e di 8 euro per quello annuale.
Brescia Mobilità ha poi annunciato una lotta più serrata ai portoghesi, intensificando i controlli proprio da settembre e collocando varchi elettronici all’ingresso metrobus della stazione Ingegneria.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.