Tragedia nel cantiere della Tav, autista folgorato

L'infortunio sul lavoro è avvenuto nella mattinata di questo sabato in un'area di via Brescia a Calcinato. Kante Demba, 60 anni, era alla guida di un camion della Germani impegnato in alcune manovre di scarico.

Calcinato. Un autista di 60 anni di origine senegalese residente a Concesio, Kante Demba, dipendente della ditta Germani, ha perso la vita nella tarda mattinata di questo sabato a causa di un tragico incidente sul lavoro, quando il cassone del camion che stava guidando è entrato in contatto con un cavo dell’alta tensione. La dinamica dell’infortunio, avvenuto in un’area di via Brescia a Calcinato che viene utilizzata come deposito della terra rimossa durante i lavori per la costruzione di uno dei tunnel della Tav, sarà chiarita dalle indagini dei Carabinieri, dei Vigili del Fuoco e dei tecnici del servizio di Sicurezza sul Lavoro di Ats.
Nessuno ha assistito alla tragedia, ma l’autista era alla guida di un camion che stava effettuando manovre di scarico di materiale da riporto quando la parte superiore del cassone del mezzo – trovato sollevato – è venuto a contatto con un cavo dell’alta tensione, agganciandolo. L’uomo, che in quel momento era da solo, è rimasto folgorato venendo sbalzato dalla cabina di guida. I colleghi l’hanno trovato a terra, esanime, intorno alle 13,30 lanciando l’allarme. Per lui purtroppo non c’è stato niente da fare e i soccorritori non hanno potuto salvarlo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.