Tragedia sulla Marmolada morti e feriti nel distacco del ghiacciaio

Coinvolti diversi gruppi di escursionisti che stavano percorrendo a piedi il sentiero che da punta Rocca porta a punta Penia, diretti verso la vetta dove sabato si è registrata la temperatura record di 10 gradi.

Più informazioni su

Canazei. Tragedia sul ghiacciaio della Marmolada, dove questa domenica poco prima delle 14 si è staccata una grossa massa di ghiaccio che ha travolto due cordate e forse altri escursionisti, in tutto una trentina di persone.
Le informazioni sono ancora contraddittorie, ma ci sono almeno sei vittime, mentre altre nove persone sono rimaste ferite, una delle quali in gravi condizioni, e 16 sono i dispersi. Le ricerche sono in corso per verificare la presenza di altri turisti. Sul posto sono impegnati cinque elicotteri e decine di uomini delle squadre di soccorso.
Stando alle informazioni diffuse dal Soccorso Alpino, il distacco è avvenuto sotto la Punta Rocca, lungo l’itinerario di salita della via normale per raggiungere la cima nel tratto che porta da Pian dei Fiacconi a Punta Penia. Un seracco si sarebbe spezzato in due punti e il crollo ha generato una colata di detriti di ghiaccio su un fronte di circa trecento metri.
Sabato è stato registrato il record della temperatura sulla Marmolada con circa 10 gradi in vetta. I feriti sono stati ricoverati in diversi ospedali.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.