Quantcast

Palazzolo, annega dopo un tuffo nell’Oglio

La vittima è un operaio 33enne di origine marocchina. La tragedia alle 22,30 di lunedì nel tratto di fiume in prossimità di piazzale Oriana Fallaci, in zona Castrina.

Palazzolo sull’Oglio. E’ annegato nelle acque del fiume Oglio, a Palazzolo (Brescia), dopo un tuffo con un amico. A dare l’allarme proprio il connazionale dell’uomo che, dopo essersi immerso, è scomparso alla vista. Si è rivolto a tre pescatori che si trovavano in zona, i quali hanno immediatamente allertato i soccorsi.
E’ accaduto nella serata di lunedì, attorno alle 22,30, nel tratto di fiume in prossimità di piazzale Oriana Fallaci, in zona Castrina.
A perdere la vita un operaio marocchino di 33 anni, rinvenuto senza vita a poca distanza dal punto in cui si era tuffato, dopo due ore di ricerche ad opera di carabinieri, vigili del fuoco sommozzatori di Milano e Brescia, sub volontari del Soccorso fluviale di Treviglio.

Per l’uomo, che viveva da solo in Italia, ma aveva moglie e due figli in Marocco, non c’era più nulla da fare.
L’amico che era con lui ha raccontato che non era la prima volta che si recavano in quel tratto a fare il bagno: lunedì sera il 33enne si era però allontanato di una trentina di metri dalla riva quando è stato inghiottito dall’acqua.

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.