Quantcast

Orzinuovi: istigazione al suicidio, indagata la nuora

Venerdì una donna di 71 anni si è data fuoco sul terrazzo di una palazzina di via Internazionale, dopo una lite violentissima scoppiata con la moglie del figlio.

(red.) C’è un indagato per la tragedia di Orzinuovi, nel Bresciano, dove Nurje Prezja, kosovara di 71 anni, si è data fuoco suicidandosi. Si tratta della nuora della vittima, sulla quale pende l’ipotesi di istigazione al suicidio.
Sembra, infatti, che venerdì primo novembre, giorno della tragedia nell’appartamento di via Internazionale, ci sia stata una lite violentissima fra le due donne. La 71enne potrebbe aver minacciato di incendiare la casa, e la nuora l’avrebbe chiusa fuori, per proteggere le due figlie.
C’è anche un’altra versione, ovvero che la suocera abbia trovato il liquido infiammabile sul terrazzino, e si sarebbe suicidata dopo essere stata chiusa fuori. Nella giornata di venerdì la donna e il marito sono stati interrogati dagli inquirenti,  su disposizione del pubblico ministero Antonio Cassiani. L’autopsia potrà dare qualche dato più certo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.