Quantcast

Ucciso da un colpo del fucile che stava pulendo

E' accaduto a Pisogne. Vittima del tragico incidente Giuseppe Ravani, 61 anni. L'uomo stava sistemando l'arma quando è stato colpito in pieno volto dalla rosa di pallini.

Più informazioni su

(red.) Una tragedia. Un errore drammatico ha ucciso un 61enne di Pisogne (Brescia), rimasto ferito mortalmente mentre puliva il suo fucile.
E’ accaduto venerdì nel paese sebino: Giuseppe Ravani, 61enne appassionato di caccia, secondo quanto ricostruito dai carabinieri della Compagnia di Breno, era intento a sistemare l’arma in vista della battuta di caccia prevista per questo sabato quando, forse per una distrazione o un’imperizia, dalla canna del suo fucile da caccia è partito accidentelamnte un colpo che lo ha raggiunto in pieno viso.
La detonazione è stata sentita dai vicini di casa che sono immediatamente giunti a casa dell’uomo, che stava effettuando le operazioni di pulizia dell’arma sul terrazzo, e hanno dato l’allarme.
Purtroppo però per il 61enne non c’era più nulla da fare. Il colpo, troppo ravvicinato, non gli ha dato scampo. I rilievi sono stati effettuati dagli uomini dell’Arma che hanno ricostruito la dinamica del tragico incidente. I militari, raccolte le informazioni, hanno escluso che si possa essere trattato di un gesto volontario.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.