Quantcast

E’ morto l’operaio 49enne ferito ad Orzinuovi

Ferdinando Gatti, coinvolto nello scoppio avvenuto alla Mangimi Brescia, è deceduto domenica sera. Il collega 21enne Davide Siroli lotta ancora per la vita.

(red.) Non ce l’ha fatta Ferdinando Gatti, il 49enne di Paratico (Brescia) rimasto gravemente ferito nello scoppio avvenuto alla “Mangimi Brecia” di Orzinuovi lo scorso 23 luglio.
L’uomo era ricoverato al Centro grandi ustioni dell’ospedale San Martino di Genova. Il decesso è sopraggiunto alle 20 di domenica.
L’operaio lascia la moglie e due figlie. Le sue condizioni sono progressivamente peggiorate dopo le ustioni riportate nell’espolsione, che avevano intaccato il 70% del corpo.
Insieme con lui era rimasto ferito Davide Siroli, 21 anni, anche lui di Paratico, che ha riportato ustioni sul 90% del corpo ed è tuttora ricoverato all’ospedale Bufalini di Cesena, dove lotta per la vita.
La salma dello sfortunato operaio verrà sottoposta ad esame autoptico e solo dopo questa procedura potranno essere fissati i funerali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.