Quantcast

Tuffo in piscina, 13enne colto da malore

E' successo martedì al parco acquatico «Le Ninfee» di San Martino della Battaglia. Il ragazzino salvato dai bagnini. Altro incidente a Corte Franca.

(red.) Salvato dal tempestivo soccorso dei bagnini. Una 13enne, colpito da attacco cardio-circolatorio dopo un tuffo in piscina, è stato rianimato sul posto dal personale di salvataggio e quindi trasferito in urgenza all’Ospedale Civile di Brescia.
E’ accaduto attrono alle 19 di di martedì 24 giugno al parco acquatico «Le Ninfee» di San Martino della Battaglia, a Desenzano. Il ragazzino si è tuffato dove si trovano le avsche con gli scivoli e quindi si è sentito male. Ad accorgersi che il bambino si era acacsciato in acqua la madre e uno dei bagnini, che è intervenuto, insieme con gli altri colleghi, praticandogli il massaggio cardiaco.
Sul posto è intervenuta l’eliambulanza del 118 che ha portato il 13enne in ospedlae. A quanto si è appreso, il ragazzino potrebbe essere stato colto da congestione, ma i medici gli hannoa anche riscontrato una lesione midollare, conseguenza, pare, della caduta in acqua.
Un altro incidente, di minore entità, si è verificato, sempre martedì all’Acquasplash di Corte Franca. Un bambino di 10 anni, in trasferta con il Grest da Lecco, si è sentito male nella piscina, forse per una congestione. Anche in questo caso  decisivo è stato l’intervento di un bagnino che ha prestato i primi soccorsi. Il bambino è stato quindi trasferito con l’elicottero del 118 al Civile di Brescia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.