Quantcast

Rischio idrogeologico, 22 milioni dal Viminale a 34 Comuni bresciani

Alcuni dei progetti presentati e ammessi attendono però di essere finanziati con nuove risorse entro l'estate.

(red.) Dal Ministero dell’Interno arriveranno 22 milioni di euro a 34 Comuni bresciani che hanno presentato una serie di progetti contro il rischio idrogeologico e la messa in sicurezza di strade, edifici e ponti e che si sono visti finanziare. Tra gli interventi maggiori, ci sono il cavalcavia di San Gervasio Bresciano per un milione di euro, mentre a Gavardo si potranno investire i 2,2 milioni per la messa in sicurezza del Rio Legnago, contro gli allagamenti delle case in frazione Limone, il rifacimento degli argini del Rio Gombra, evitare allagamenti in San Quirico e realizzare il sottopassaggio.

Altri 450 mila euro sono destinati a Verolanuova per la roggia Gambaresca e la pista ciclabile e quasi un milione e mezzo per Gardone Valtrompia con cui abbattere il ponte del Banco di prova, sistemare le reti paramassi sopra Magno, il reticolo idrico minore in località Padile e realizzare un impianto fotovoltaico alla scuola elementare “Andersen”. Gli altri Comuni bresciani che si sono visti ammettere i progetti, ma non finanziati, sperano in altre risorse entro l’estate.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.