Piccoli Comuni, 2,2 milioni di euro al bresciano dal dl Crescita

Fanno parte dei 26 milioni destinati ai paesi lombardi e in arrivo con provenienza Ministero dell'Interno.

Più informazioni su

(red.) Dal decreto Crescita del 2019 sono in arrivo anche in provincia di Brescia una serie di contributi destinati ai piccoli Comuni con popolazione inferiore ai 1.000 abitanti. E per quanto riguarda il nostro territorio sono interessati 27 Comuni per un totale di 2,2 milioni di euro. Risorse che daranno un aiuto agli enti locali per mettere in sicurezza scuole, strade, edifici pubblici, patrimonio e per abbattere le barriere architettoniche, migliorare l’efficenza energetica e lo sviluppo territoriale sostenibile.

I Comuni bresciani interessati sono Anfo, Braone, Brione, Capovalle, Cerveno, Cevo, Cimbergo, Incudine, Irma, Lavenone, Longhena, Losine, Lozio, Magasa, Marmentino, Monno, Mura, Ono San Pietro, Paisco Loveno, Paspardo, Pertica Alta, Pertica Bassa, Provaglio Valsabbia, Saviore dell’Adamello, Treviso Bresciano, Valvestino e Vione. Ogni paese riceverà 81.300 euro e dovranno essere impiegati per i lavori da eseguire entro il 15 maggio.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.