Quantcast

Il Broletto taglia le tariffe del 25%

Più informazioni su

Ai comuni incenerire i rifiuti costerà di meno. A2A non ci sta: "Faremo ricorso".

(red.) L'assessorato all'Ambiente della Provincia di Brescia ha deciso di ridurre del 25% il costo dello smaltimento dei rifiuti nel termoutilizzatore di A2A. A partire da gennaio 2008, quindi, conferire una tonnellata di solido urbano perché venga incenerita nell'impianto di via Codignole costerà 55 euro la tonnellata, invece che 73 euro (prezzo 2007).
La delibera, presa dalla giunta provinciale su proposta dell'assessore Enrico Mattinzoli, farà risparmiare ai comuni bresciani 5-6 milioni di euro l'anno. "In questo modo", ha spiegato l'amministratore del Broletto, "i comuni potranno potenziare la raccolta differenziata, affidandosi a realtà specializzate e a sistemi più efficenti. Ricordiamo che il piano provinciale dei rifiuti prevede di raggiungere entro il 2016 il 70% di raccolta differenziata senza conferire alcun scarto in discarica".
Sulla decisione dell'assessorato, A2A ha espresso la propria perplessità: "
Con riferimento a quanto annunciato dall’assessore all’Ambiente", si legge in un comunicato stampa della multiutility lombarda che gestisce l'impianto, "l’azienda rende noto che la delibera provinciale relativa all’oggetto appare di dubbia legittimità, sia per il contenuto che nella forma e, pertanto, comunica di aver dato mandato ai propri avvocati per la sua impugnazione avanti le competenti sedi giudiziali".
La nota della società prosegue informando che "nel frattempo continueremo ad applicare le tariffe previste dai contratti già sottoscritti con i clienti, in quanto vincolanti tra le parti, riservandoci diverse determinazioni sulla base dell’esito del giudizio. Evidenziamo, inoltre, che nella deliberazione della Provincia è prevista la 'riserva di modificare la tariffazione per l’accesso al termoutilizzatore dell’Asm Brescia' (ora A2A): ciò conferma ulteriormente l’attuale non definitività della tariffa".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.