“Didone Adonàis Dòmine”, il testo di Isgrò al Teatro romano

Al Teatro romano di Brescia, dal 22 giugno al 3 luglio, va in scena il testo del maestro siciliano, con la regia di Giorgio Sangati e Sandra Toffolatti nel ruolo di Didone.

Ctb Centro Teatrale Bresciano Didone Adonàis Dòmine Sandra Toffolatti

Brescia. Nell’ambito della Stagione estiva del Centro Teatrale Bresciano intitolata E…state con il Ctb! – che prevede 27 appuntamenti fino al 13 luglio in diversi luoghi di Brescia – con il nuovo progetto Didone Adonàis Dòmine va in scena in uno dei luoghi più suggestivi della Brescia antica il teatro di Emilio Isgrò, tra i protagonisti dell’arte contemporanea, che ha segnato profondamente la nuova drammaturgia.
Lo spettacolo inaugura il più ampio progetto Isgrò cancella Brixia – nuovo e inedito progetto espositivo del maestro siciliano realizzato per Brescia da Fondazione Brescia Musei – ed è diretto da uno dei registi di primo piano della scena europea, Giorgio Sangati, affidando il ruolo della protagonista alla pluripremiata attrice Sandra Toffolatti, sul palcoscenico insieme a Elena Antonello, Giacomo Mangiola e Gianluca Pantaleo. Le scene sono di Stefano Zullo, i costumi di Eleonora Rossi, le luci di Cesare Agoni, le videoscenografie di Raffaella Rivi, i rendering di Marcello Bertoli, i suoni e le musiche di Giovanni Frison, la cura del movimento di Marco Angelilli, Irene Carera è assistente alla regia, per una produzione Centro Teatrale Bresciano e Fondazione Brescia Musei.
Lo spettacolo andrà in scena alle ore 21.45, al Teatro romano presso Brixia. Parco archeologico di Brescia romana (via Musei, 55), il 22, 23, 24 giugno e 1, 2, 3 luglio.
Rappresentato una sola volta 36 anni fa, il testo di Isgrò, rigorosamente in versi, si presenta come una vera e propria partitura musicale che mette in dialogo il solista e il coro, facendo risuonare la storia dell’eroina virgiliana, da secoli simbolo dell’abbandono e dell’amore perduto, ma anche dell’aspirazione all’infinito.
Luogo carico di storia, il Teatro romano diventerà una gigantesca tavolozza su cui prenderà vita una scenografia immateriale in un perenne movimento di musiche, suoni e luci per un’esperienza teatrale di rara intensità.
Una nuova esperienza site specific per il Ctb che, dopo il successo dell’anno scorso di Calma Musa Immortale, spettacolo diretto da Fausto Cabra, torna a collaborare con i Musei Civici della città per un nuovo affondo teatrale in uno dei luoghi più rappresentativi di Brescia, in un ideale percorso di avvicinamento al grande impegno di Bergamo Brescia Capitale italiana della cultura 2023.
Biglietti: intero  15,00 euro; ridotto (Under 18) 13,00 euro.
Modalità di acquisto: Biglietteria del Teatro Sociale via F. Cavallotti, 20 (martedì-sabato h 16.00-19.00).
Biglietteria telefonica t. 376 0450011 numero attivo negli stessi giorni e orari della biglietteria del Teatro Sociale.
Online sul sito vivaticket.it e in tutti i punti vendita del circuito vivaticket saranno in vendita esclusivamente i biglietti singoli, a partire dall’1 giugno.
Punto vendita Ctb Piazza della Loggia, 6 (martedì-venerdì h 10.00-13.00); dal 5 al 15 luglio aperto unicamente il Punto vendita Ctb: martedì-venerdì h 10.00-13.00/15.00-18.00.
La biglietteria del Teatro romano sarà attiva esclusivamente nelle sere di spettacolo, a partire da 30 minuti prima dell’inizio della rappresentazione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.