Quantcast

La ‘Clitemnestra’ di Luciano Violante arriva al Sociale (con l’autore) il 10 febbraio

Lo spettacolo dell'ex presidente della Camera centrato sul tema della giustizia, interpretato da Viola Graziosi e preceduto da una conversazione con il sindaco di Brescia.

(red.) L’Ordine degli Avvocati di Brescia, il Centro Teatrale Bresciano e Casa della Memoria di Brescia presentano – al Teatro Sociale (via Felice Cavallotti, 20), il 10 febbraio 2022 alle 20,30 –  l’evento straordinario Clitemnestra, spettacolo scritto da Luciano Violante, diretto da Giuseppe Dipasquale e interpretato da Viola Graziosi per una produzione firmata Teatro Stabile d’Abruzzo.
L’ex presidente della Camera sarà presente in sala per un incontro con il pubblico introduttivo allo spettacolo, in dialogo con il sindaco di Brescia Emilio Del Bono.
Il biglietto costa 15 euro. E’ necessaria la certificazione Super green pass. E’ obbligatorio indossare la mascherina FFP2.

Clitemnestra Viola Graziosi

“Ho dimestichezza con l’odore della morte e del sangue / dolcemarcio / come di fiori d’arancio annegati in una palude (…)”.
Inizia così Clitemnestra il testo teatrale scritto da Luciano Violante che in scena a Brescia. Un momento importante di approfondimento dei temi dello spettacolo e del mito di Clitemnestra: regina di Micene e assassina di Agamennone, figura archetipica la cui vicenda, nella narrazione contemporanea di Violante, apre urgenti interrogativi sul tema della giustizia.
Assassina per vendetta o assassina per giustizia?
È la questione posta da Violante nel disegnare la sua Clitemnestra, figura emblematica che viaggia dal mito alla contemporaneità, sorretta da un fraseggio tragico che scolpisce le parole sulla declinazione di una storia di un esilio perpetuo post mortem. Violante prende la sua solitudine, l’attraversa e la trasforma in ribellione.

Clitemnestra Viola Graziosi

È un canto nel dolore di una madre che ha subito l’ingiusto sacrificio di Ifigenia per mano dell’ambizioso padre.
È un canto della purificazione, perché condannata a vagare nell’eterno nulla al fine di emendare un omicidio non accettabile nell’alveo del moderno patriarcato occidentale. In questo viaggio, Clitemnestra attraversa il suo destino e si riconcilia con se stessa.
Luciano Violante, da tempo studioso del mito classico e del suo messaggio alla modernità, dà vita a un testo poetico di grande bellezza, il racconto di una donna che attende il momento del riscatto (o della vendetta?) con pazienza e fermezza per un tempo così lungo da essere inconcepibile per il pensiero maschile.
A dare voce e corpo a questa straordinaria figura, Viola Graziosi, interprete sensibile e di grande talento, che torna a Brescia dopo aver collaborato con il Centro Teatrale Bresciano nella Stagione estiva 2021 al Chiostro del Teatro Mina Mezzadri.

Clitemnestra Viola Graziosi

Biglietteria del Teatro Sociale, via Felice Cavallotti, 20 – Brescia- Tel. 030 2808600; e-mail biglietteria@centroteatralebresciano.it
Orari: martedì – sabato ore 16.00-19.00, domenica ore 15.30 – 18.00.
Biglietteria telefonica. Secondo gli stessi orari del botteghino, è disponibile la biglietteria telefonica al numero 376 0450011. Si informa che agli acquisti effettuati e pagati con carta di credito, tramite il servizio di biglietteria telefonica, verrà applicata la maggiorazione pari al 2,5% del costo dell’abbonamento o biglietto.
Punto vendita Ctb. Piazza della Loggia, 6 – Brescia: martedì – venerdì 10.00-13.00 (escluso i festivi).
On-line. Sul sito www.vivaticket.it e in tutti i punti vendita del circuito Vivaticket.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.