Quantcast

Sabato a Breno ‘Pam! Parole A Matita’ della compagnia Luna e Gnac

Più informazioni su

(red.) La programmazione del Teatro delle Ali di Breno inaugura il suo 2022 con lo spettacolo per bambini Pam! Parole A Matita della compagnia Luna e Gnac (regia di Carmen Pellegrinelli; con Michele Eynard, Federica Molteni, Barbara Menegardo o Laura Mola; disegni dal vivo Michele Eynard, scenografie e mostri Enzo Mologni). Lo spettacolo è consigliato a partire dai 3 anni di età. L’appuntamento è per sabato 15 gennaio alle 15,30 sul palco del Teatro Giardino. in viale 28 aprile e Breno.
Biglietti: 6 euro. Acquistabili solo in biglietteria: quella del Teatro delle Ali (in via Maria SS. di Guadalupe, 5) nelle giornate di martedì, giovedì e venerdì dalle 17.30 alle 18.30, oppure quella del Cinema Teatro Giardino (in viale 28 Aprile, sempre a Breno) nel pomeriggio di sabato 15 gennaio a partire dalle 14.45.
Che cosa è una C? Un cane, una culla o una cuccia? E una P? Un pesce? Una palla? O tutti e due?
Lo spettacolo di Luna e Gnac racconta l’avventura di Berta e Adele, che si ritrovano magicamente catapultate all’interno del libro che contiene tutte le parole: il vocabolario. Berta vorrebbe scappare, Adele invece vuole esplorare quello strano universo. Filastrocche e giochi di parole fanno scoprire alle due ragazze che le parole sono veicolo di fantasia ed emozioni. Quando ritorneranno alla loro realtà saranno cambiate, ricche di una nuova amicizia.
Nel corso dello spettacolo, oltre alle attrici in scena ci sarà un grande schermo sul quale saranno proiettati disegni dal vivo in grado di affascinare e incuriosire i più piccoli, accompagnandoli dentro le storie, per imparare a leggere e scrivere attraverso un teatro fatto di immagini. Un piccolo omaggio a Bruno Munari e Gianni Rodari, e ai grandi maestri che hanno reso la nostra infanzia un piccolo mondo poetico.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.