Quantcast

Ùs da le as: torna con 55 spettacoli la 15esima edizione del teatro dialettale

(red.) Ùs da le as: ritorna per il quindicesimo anno la “stagione” del teatro dialettale bresciano, un’opportunità unica per il pubblico di poter assistere a numerose rassegne cittadine.
Da fine settembre 2021 a maggio 2022 gli appassionati potranno seguire, senza sovrapposizione di date, tutte le compagnie in cartellone in 10 Teatri Parrocchiali . L’iniziativa è coordinata dall’ Associazione Palcogiovani in collaborazione con il Comune di Brescia. Si tratta di ben 55 appuntamenti con 42 compagnie di teatro coinvolte. Ecco le novità, per quel che riguarda la stagione 2021-2022:

Il teatro un’inedita coppia formata da Piergiorgio Cinelli e Roberto Capo aprirà il 3 ottobre il sipario del Cinema teatro colonna con «BoRegA ‘l Ca» omaggio teatrale musicale a quattro poeti che han dato lustro al dialetto bresciano: Bonazzoli – Regosa – Albrici – Canossi e il ritorno in calendario di Paola Rizzi con lo spettacolo ” AHI , Maria !”sabato 6 Novembre al Teatro Santa Giulia del Villaggio Prealpino e una commedia brillante a tema Natale scritta appositamente per le feste da Rita Spada regista della compagnia Amici del cor del Villaggio Violino ” Natale in casa Agnelli sabato 18 dicembre con replica domenica 19 dicembre proprio nel teatro parrocchiale del Violino. Quest’anno in preparazione all’evento Bergamo e Brescia, capitali della cultura 2023, Palco Giovani ha iniziato a costruire una rete per il teatro popolare conoscendo e invitando una nutrita rappresentanza di compagnie Bergamasche: quest’anno saranno con noi la Compagnia ” All crazy for don john ” di Sarnico, Compagnia “Teatro del Gioppino” di Zanica, la Compagnia ” Sottoscala” di Rosciate e la Compagnia ” La sfongada” di Tavernola Bergamasca. Non dimentichiamoci poi della conferma delle storiche compagnia nostrane come i Caicì de inzì , Cafè de Piocc di Montichiari e il risveglio di Vobarno

La poesia dopo le prime trilogie a tema Vì, Pà e Pio’ , Domenica 17 Ottobre alle ore 15.30 in collaborazione con la Confargricoltura di Brescia verranno premiati i poeti partecipanti alla prima edizione del premio di poesia dialettale “El Lat en vèrs” con Sergio Isonni, la voce di tutti i poeti presenti. L’evento sarà ad ingresso libero nella sede di Confagricultura in via Creta 50 Brescia.

 

La musica, Novant’anni suonati dedicheremo a Francesco Braghini l’evento musicale in occasione del giorno del suo compleanno il 25 settembre alle ore 20.30 al Teatro Santa Giulia, villaggio Prealpino. Francesco Braghini proporrà alcuni dei suoi pezzi più amati con alcuni degli amici che verranno suonare per lui: Charlie Cinelli, I malghesetti, Daniele Gozzetti,Piergiorgio Cinelli,  Giovanni Pintossi, La Cantina di Ermete, Sergio Minelli, Pietro Gozzini, i Macc de le Ure e Viviana Laffranchi . Per info e prenotazioni 030 /303639 tutti i giorni dalle 17.00 alle 18.00 .

 

I teatri parrocchiali coinvolti nell’edizione 2021-2022 oltre al già citato Cinema Teatro Colonna info 3713607820, che aprirà la stagione sono: Teatro parrocchiale “Don Bosco” di Folzano info e pronatazioni 0302667184, il Cinema Teatro Sereno del Villaggio Sereno info e prenot. 3534105256, il Teatro Santa Giulia del Villaggio Prealpino 030/303039 tutti i giorni tra le 18.00 e le 19.00, Sala della comunità di Fornaci info e prenot. 3895112408 Mart-Giov, ven dalle 17.00 alle 19.00 , Teatro parrocchiale di Cristo Re quartiere Borgo Trento info e prenot 3204191086, Teatro San Giuseppe Lavoratore del Villaggio Violino info e prenot. 3490816742, Teatro Arcobaleno del quartiere Fiumicello info e prenot. 030 313091, Teatro oratorio di Buffalora info e prenot. 3470712217, Teatro parrocchia San Giovanni Evangelista – centro storico info e prenot. 3518518425.

 

Ùs da le às porta in città le maggiori compagnie dialettali presenti a Brescia e Provincia. L’opportunità, per appassionati e non, di poterle ammirare nell’interezza della proposta è occasione ghiotta e unica. Qui il teatro assume un’anima, le Maschere si avvicinano alla gente, portando in regalo l’odore buono del legno delle assi. I poeti il sapore genuino della lingua dei nostri padri, lingua nobile, che torna unendosi all’unisono col gemere del legno dei palcoscenici, a far vibrare d’emozione, a farci divertire.
Questo è il teatro “popolare”, è la vita di tutti i giorni, è l’espressione di una passione che porta tante persone dietro il sipario per regalare un sorriso. È la nostra realtà ed è da applaudire.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.