Illuminato il 22 febbraio lo Spazio Teatro Idra

(red.) “Aderendo all’iniziativa promossa da U.N.I.T.A., l’Unione Nazionale Interpreti Teatro e Audiovisivo, cogliamo l’occasione per dare segno tangibile della nostra presenza nella città, ad un anno dalla chiusura dei teatri e dopo un anno di inattività del nostro Spazio.”, si legge in un comunicato di Residenza Idra. “Il tempo che stiamo attraversando sta mettendo tutti a dura prova e, nonostante l’efficienza dello staff ha permesso una buona riorganizzazione del lavoro per far fronte alle emergenze e ai continui cambiamenti, la voglia di ripartire, riaprire il nostro teatro e tornare ad incontrare il nostro pubblico è tanta. Stiamo ricevendo numerosi messaggi di vicinanza, e l’ottima risposta che stiamo riscuotendo dalle poche iniziative proposte (permesse dalle normative) ci fa capire che siamo un punto di riferimento per buona parte dei fruitori della cultura cittadina, provenienti sia dalla città che dalla provincia”.

“L’appuntamento è per lunedì 22 febbraio, dalle ore 19,30 alle 21,30, quando tutti i teatri d’Italia apriranno le porte dei loro foyer e spalancheranno il sipario come invito a tutti i cittadini per testimoniare la propria vicinanza, con la propria presenza fisica e garantendo l’osservanza di tutte le norme, gli interpreti”, si legge nel comunicato. Il portone che affaccia su Piazzetta Sant’Alessandro, resterà spalancato e sarà la luce a guidare i visitatori dalla strada fino all’ingresso dello Spazio Teatro Idra. Lì un libro aperto inviterà, per chi lo vorrà, a lasciare il segno del proprio passaggio.”Vi aspettiamo davanti a un teatro della vostra città o del vostro quartiere per lasciare una traccia scritta di un pensiero su un foglio portato da casa o su un registro che ogni teatro potrà mettere a disposizione. Torniamo per una sera a incontrare quella parte essenziale e indispensabile di ogni spettacolo senza la quale il teatro semplicemente non è: il pubblico”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.