Quantcast

Casa della Memoria, tutti gli appuntamenti

Mostre fotografiche, incontri, dibattiti, eventi musicali si snoderanno per tutta la provincia nei prossimi giorni, in onore dei 40 anni della strage.

(red.) A 40 anni di distanza dalla strage di piazza della Loggia, la ferita più profonda della storia recente di Brescia, si sta svolgendo un lungo calendario di eventi che travalicano i confini cittadini per estendersi per la prima volta a tutta la provincia e a livello nazionale.
In prima linea è ovviamente la Casa della Memoria che ha raccolto la partecipazione di moltissime realtà associative e istituzionali di Brescia e provincia che hanno voluto regalare alla cittadinanza il proprio contributo. In tantissimi, infatti, hanno voluto partecipare alla creazione del fitto calendario per contribuire alla memoria collettiva di questo tragico evento volendo arricchirla con il proprio unico apporto.
La mostra fotografica a cura di Tatiana Agliani e Renato Corsini “Anni Settanta e dintorni – appunti di un’Italia da ricordare” – e realizzata in collaborazione con l’assessorato alla Cultura del Comune di Brescia, Fondazione Brescia Musei e Fondazione Asm -, è il primo degli eventi ad inaugurare il fitto calendario che già da novembre ha vissuto diversi momenti culturali e istituzionali. L’esposizione, aperta da oggi fino al 10 giugno nel museo Santa Giulia di via Musei, è composta da circa 170 fotografie scattate in quel periodo dai più importanti fotogiornalisti dell’epoca. Immagini che hanno documentato importanti eventi dell’Italia del post boom economico e che, nella mostra, potranno essere viste in originale. Accanto ad alcuni inediti, gli scatti “storici” esposti raccontano quel periodo che, partendo dalla protesta del 1967, si chiude simbolicamente con l’omicidio di Aldo Moro, passando attraverso le manifestazioni studentesche, le lotte armate, gli attentati terroristici e gli eventi socialmente più rilevanti.
Il fitto calendario di eventi, che si estenderà alla provincia grazie alle bande musicali che porteranno nei propri territori il momento ufficiale della commemorazione del 28 maggio, vuole contribuire a mantenere viva nei bresciani, e negli italiani, la memoria di quel tragico avvenimento, del clima politico in cui è maturato e del contesto che ha caratterizzato la vicenda processuale successiva a oggi non ancora definitivamente conclusa. Anche per questo, per portare avanti la ricerca della verità che non ha mai abbandonato lo spirito di Casa della Memoria, martedì 6 maggio apre ufficialmente il sito www.sempreperalverita.it, realizzato da Aske – la prima rete bresciana di imprese della comunicazione formata dalle quattro agenzie associate ad Aib (As Borsoni, Soluzione Group, Kore ed Ellisse) che in occasione del quarantennale ha dato la propria disponibilità per l’organizzazione della comunicazione – per l’istituzione bresciana. Il portale servirà come vetrina per tutti gli eventi che verranno aggiornati in tempo reale. Il sito riporta anche una finestra all’interno della quale verranno pubblicati i contributi di chiunque vorrà commentare live i vari eventi contrassegnandoli dall’hashtag #sempreperlaverita. Un modo per condividere le impressioni, i sentimenti e i commenti della città in diretta per ogni manifestazione, ma anche per creare un “monumento virtuale” fatto di parole che raccontino tutto ciò che i bresciani vorranno condividere sull’argomento anche oltre gli eventi stessi.
In aggiunta al portale web, sono stati appena inaugurati anche la pagina Facebook.com/Sempreperlaverita e il profilo Twitter @semprexlaverita che verranno utilizzati per postare e commentare costantemente tutti gli eventi e avvicinare quanto più possibile i giovani agli appuntamenti e al contesto generale dell’anniversario. Tutta la cittadinanza, ovviamente, è invitata a collegarsi alla pagina e al profilo.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.