Quantcast

Brescia: gli operai guadagnano meno

Unica categoria di lavoratori dipendenti che è stata interessata, nel 2013, da una diminuzione nelle retribuzioni. L’anno scorso -0,3% negli stipendi.

Più informazioni su

(red.) La notizia, probabilmente, sarà difficile da apprendere per alcuni.
Nel 2013 tutti i lavoratori bresciani sono stati interessati da un – seppur lieve – aumento  nello stipendio. O meglio, quasi tutti. I numeri, infatti, non lasciano spazio alle interpretazioni.
Secondo i dati raccolti nel 15° rapporto di Od&M Counsilting (gruppo che si occupa di risorse umane), gli operai sarebbero l’unica categoria di lavoratori dipendenti che, a Brescia, hanno visto il proprio stipendio diminuire nel corso dell’anno appena conclusosi.
Se la busta paga dei dirigenti è “ingrassata” (+2,9%) come quella dei quadri aziendali (+2,5) e degli impiegati (+1,5%), lo stesso non è avvenuto per il vero motore dell’industria bresciana. Per gli operai, infatti, è stato registrato un calo dei compensi dello 0,3%.
L’analisi è stata effettuata su un campione di circa 15mila lavoratori dipendenti del settore imprese in tutta Italia. I dipendenti dell’amministrazione pubblica non sono stati oggetto di osservazioni.
Facendo un confronto con il rapporto 2012, a livello nazionale la situazione di crescita retributiva rilevata sembra reggere per tutte le categorie professionali. Il dato bresciano, tuttavia, risulta essere in controtendenza rispetto a quanto avviene nel resto dello Stivale.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.