Quantcast

Impianti sportivi, la maggior parte è obsoleta

Con 2290, Brescia si colloca al terzo posto in regione per numero di strutture. In tutta la Lombardia, però, il 62% risulta poco fruibile per chi le frequenta.

(red.) Diciassettemila impianti sportivi e 6.000 centri.
Sono questi i numeri dello sport in Regione Lombardia, aggiornati allo scorso 30 settembre, presentati giovedì 18 ottobre dall’assessore regionale allo Sport e Giovani Luciana Ruffinelli, nel corso del convegno ‘Impianti sportivi ed energeticamente autosufficienti’, nell’ambito di Made Expo 2012, la fiera internazionale dell’edilizia e dell’architettura.
A Brescia, secondo il censimento, ci sono: 718 campi da calcio o calcetto; 418 palestre o palazzetti dello sport; 260 campi da tennis; 179 impianti polivalenti; 196 campi da bocce; 54 piscine; 71 campi da pallacanestro; 71 campi da pallavolo; 34 piste o tracciato; 19 impianti per sport equestri; 17 impianti per sport nautici o acquatici; 13 impianti per sport da tiro; 5 impianti per lo sport sul ghiaccio; 2 campi da golfi; 1 campo da atterraggio; 0 campi da rugby.
In totale, sono 2290 gli impianti presenti nel bresciano, al terzo posto dopo i 3716 di Milano e i 3478 di Bergamo. “Il 24% degli impianti”, ha spiegato l’assessore, “è da considerarsi obsoleto, essendo stato realizzato da oltre 20 anni  e meno di 30, e necessita pertanto di interventi di ristrutturazione e adeguamento alle norme; il 41% è addirittura molto obsoleto, essendo stato realizzato da oltre 30 anni, e necessita, laddove economicamente conveniente, di interventi di ripristino e adeguamento”.
Necessario, dunque, migliorare questa situazione. “Il 62% degli impianti risulta essere poco fruibile da un punto di vista strutturale, sia per una mancanza di copertura e in buona parte anche di impianto di illuminazione, sia per una questione di fondo degradato, costituito in materiale naturale come erba o terra battuta, facilmente deteriorabili. Inoltre, solo l’1% è dotato di pannelli solari, termici o fotovoltaici per la produzione di energia sostenibile”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.