Quantcast

Tre punti d’oro per la Consoli azzoppata dal Covid

Si chiude 3-0 il match della squadra bresciana contro il Cantù, giocato con molte assenze causa Covid. I Tucani si impongono in una guerra di nervi.

Più informazioni su

    (red.) Match giocato in emergenza al San Filippo, con la serie A2 quasi tutta bloccata dal Covid: Brescia è senza Cisolla, Galliani e Mazzone e affronta un Pool Libertas pure privo di Copelli, Hanžić, Sette e Butti. Tiberti si affida ai suoi centrali ogni volta che può, così come Coscione cerca Motzo ad ogni occasione.
    E’ una gara di nervi, con le formazioni e i coach attenti prima di tutto a tenere l’equilibrio nella propria metà campo. Menzione speciale per Orazi e Seveglievich, bravi a rispondere quando chiamati in causa, e gran lavoro di Esposito e del ‘fuori ruolo’ Patriarca. Il tifo dà il bentornato a Bisi e sostiene sino all’ultimo punto.

    Orazi battezza il suo primo punto ben servito da Tiberti e poi lavora bene dai nove metri (5-1). Motzo fa gli straordinari, cercato con costanza da Coscione. Patriarca entra in prima linea a banda, dopo il giro iniziale dietro di Crosatti, ma con minore efficacia (8-6). Esposito stacca con due ace (10-6), poi Rota – buon cambio under con Salvador – si fa vedere in diagonale e Cantù prova a rispondere alle botte di Bisi dalla linea di fondo (18-11). Seveglievch si prende l’onore di chiudere il primo parziale (25-17).

    volley atlantide Brescia

    Battocchio riporta Motzo in posto due e la scelta paga: suoi l’ace del 4-5 e il diagonale del 7-8. Patriarca fa bene quel che può e Bisi non riesce ancora ad imprimere la svolta: si viaggia in parità, con Coscione bravo a gestire anche il suo attacco di banda Salvador (12 pari). Due errori del Pool Libertas danno un break ai Tucani che poi ricambiano il favore (17-17). Il muro di Esposito riporta sopra Brescia che dà spazio dietro a Cisolla, bravo a difendere la palla che vale il 20-18. Motzo spara out il 22-19 e Bisi chiude 25-21.

    Parità fino all’uscita forzata di Trovò che cade male dal muro 8-8. Coscione può contare su Motzo, Rota e Salvador, ma Orazi ha interpretato ottimamente il match e Battocchio deve interrompere sul 16-10. Seveglievich mette prima il lungolinea del 18-12, poi il sigillo finale del 25-17 che significa tre punti preziosi.

    Il tabellino

    GRUPPO CONSOLI McDONALD’S CENTRALE  POOL LIBERTAS CANTÙ 3-0 (25-17; 25-21; 25-17)

    BRESCIA: Tiberti 1, Bisi 17, Patriarca 6, Crosatti, Franzoni (L),  Neubert, Esposito 9, Seveglievich 7, Ventura ne, Orazi 8, Rizzetti (L). All. Zambonardi e Iervolino.
    CANTU’: Coscione, Princi 1, Motzo 15, Mazza 5, Trovò 4, Bortolini (L), Pietroni, Salvador 9, Pellegrinelli; Rota 8, Pirovano ne, Moreno Garcia (L) ne. All: Battocchio, 2° All: Zingoni.
    Note
    Ace/ Battute sbagliate Brescia 8/5 Cantù 13/3
    Muri Brescia 4, Cantù 5
    Attacco Brescia 49%, Cantù 41%
    Ricezione Brescia 56% (19% perfetta), Cantù 41% (18% perfetta)
    Durata: 22’ 25’ 24’. Totale: 1h11. Arbitri: Andrea Clemente e Angelo Santoro. Addetto Videocheck: Luca Ferrari.

    Più informazioni su

    Commenti

    L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.