Super Tiberti confermato: sesto anno consecutivo coi Tucani

Guiderà la squadra nel prossimo campionato di A2. A 40 anni si tratta di un ottimo traguardo.

(red.) La conferma di Simone Tiberti è stata ufficializzata venerdì mattina a Rezzato, presso la sede di C.O.P.E. Srl, partner di Atlantide e storica azienda a conduzione familiare che dal 1975 si occupa a Brescia del commercio di componenti per automazione industriale oleodinamica e pneumatica.

Tiberti, 40 anni a settembre, indosserà la maglia bianco blu della sua città, che lo acclama alla guida dei Tucani per la sesta stagione consecutiva. Lui, che confessa che il dubbio di lasciare l’attività sportiva si è insinuato – per fortuna senza convincerlo – e scherza dicendo di non poter certo smettere prima del Ciso, è sicuro di voler riscattare la chiusura forzata della stagione passata per garantire un altro anno di grande pallavolo ai tifosi bresciani.

“Per tutti noi il campionato scorso si è concluso con l’amaro in bocca della finale di Coppa Italia persa – ammette il capitano -. Riprendiamo da dove abbiamo interrotto, con voglia e entusiasmo. La squadra è a buon punto, si stanno concretizzando anche le ultime trattative e sono contento che possiamo ripartire sostanzialmente dal nucleo che la scorsa stagione ha fatto così bene”.

Il suo talento è sancito dai molti traguardi già raggiunti nella ventennale carriera in serie A:  quattro promozioni in Superlega tra il 2004 e il 2014 come condottiero di Trieste, Santa Croce, Padova e Monza, una Coppa Italia di serie A2 conquistata nel 2005 cui seguirono i Giochi del Mediterraneo nel 2009. L’intelligenza e la visione di gioco ne amplificano le doti tecniche e fanno del Tibe un grande regista e un leader capace di motivare i suoi senza perdere mai la lucidità.

Dopo l’ultima stagione in Superlega con Monza nel 2015, ha fatto ritorno nella sua città natale per abbracciare il progetto ambizioso di far crescere la piccola Atlantide dell’allora presidente, e suo zio, Giuseppe Zambonardi.

Coach Zambonardi, dopo aver sottolineato che quest’anno iscriversi e riuscire a continuare la serie A2 vale già come una promozione, ha garantito che “Tiberti non smetterà mai e, se lo farà, sarà qui a Brescia. Sono sempre tranquillo con lui in campo perché è molto più che un regista, è un uomo-squadra con cui il confronto è prezioso e continuo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.