Quantcast

Canottieri Garda Salò, cinque primi posti su sei all’Internazionale Tedesco Optimist Open

(red.) Alessio Bonizzoni ha vinto il Campionato Internazionale Tedesco Optimist Open, a Prien sul lago Chiemsee. Con cinque primi posti su sei prove il velista della Società Canottieri Garda Salò ha ottenuto un successo netto, davanti a 196 partecipanti provenienti da diversi paesi del mondo, tra cui USA, Svezia, Danimarca e Austria.

Dopo quattro giorni di gare e tante ore in acqua con molto freddo e condizioni di vento instabile, è ottimo anche il risultato del resto della squadra Optimist Canottieri: Christian Andreoli (13), Pietro Rizzi (26), Arianna Maccarinelli (44), Vittoria Zana (47) sono infatti entrati nella Gold Fleet dei primi 50 in classifica.

Allo Yacht Club Rimini la Canottieri Garda Salò si è classificata al terzo posto al Campionato Assoluto per Club, organizzato dalla LIV (Lega Italiana Vela) dal 23 al 24 ottobre con l’equipaggio composto da Diego Franchini, Mauro Spagnoli e Fabio Larcher, con  Pietro Corbucci al timone.

Dodici gli equipaggi che hanno conquistato l’accesso alla finale di Rimini per contendersi il titolo  italiano assoluto. La vittoria è andata al Circolo Vela Bari, seguito dal Gruppo Sportivo Aeronautica Militare, quarto posto per il Circolo Velico Ravennate. Decisamente alto il livello degli atleti in gara, che vedeva la presenza della campionessa olimpica Martine Grael (medaglia d’oro alle Olimpiadi di Rio e di Tokyo nel 49er) ed Elena Berta che ha partecipato ai Giochi Olimpici di Tokyo con il 470 femminile.

Sempre a Rimini, il prossimo fine settimana saranno i giovani della Canottieri Garda Salò a scendere in acqua per il Campionato Italiano per Club Under 21. L’equipaggio avrà al timone Fabio Larcher, con Leonardo Toscano, Filippo Cestari e Leone Tuci.

Dopo la vittoria al CICO (Campionato Italiano Classi Olimpiche) 2021, proseguono i successi per l’atleta paralimpico della Canottieri Garda Davide Di Maria nella classe 2.4mR, che a Dervio (LC) ha vinto il Campionato Zonale della XV Zona FIV, con un campo di regata piuttosto difficile soprattutto per le differenze di pressione e di direzione del vento sul campo. Tutte le prove sono state molto combattute, un bellissimo spettacolo di sorpassi con scelte tattiche e strategiche vincenti e perdenti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.