Quantcast

Al Trap Concaverde di Lonato del Garda fine settimana per i giovani

(red.) Sono stati 329, 276 per la fossa olimpica e 53 per lo skeet, i giovani che, nel fine settimana del 12 e 13 giugno, hanno affollato le pedane del Trap Concaverde di Lonato del Garda (BS), per il Criterium nazionale del settore giovanile del tiro a volo, giunto alla sua 32ma edizione. La giornata di sabato è stata dedicata agli allenamenti e alla tradizionale sfilata delle Regioni, quest’anno in forma ridotta a causa della pandemia ancora in corso, alla presenza del presidente della FITAV Luciano Rossi e dei vari delegati regionali. Nella giornata di domenica, invece, la meglio gioventù del tiro a volo nazionale ha gareggiato con grande entusiasmo e destrezza, realizzando punteggi di assoluto spessore.

trap concaverde 12-13 giugno, Criterium nazionale del settore giovanile del tiro a volo

FOSSA OLIMPICA. Tra gli Juniores della fossa olimpica, è stato l’umbro Elia Di Famiano (73+1/75) a conquistare la vetta del podio, al termine dello spareggio contro il lombardo Marco Mangolini (73+0/75), mentre, staccato di un solo piattello dal duo di testa, il toscano Riccardo Mirabile (72/75) si è posizionato sul terzo gradino del podio. Tra gli Allievi, è stato un altro giovane atleta umbro, Riccardo Donati (71/75), a impossessarsi della medaglia d’oro, davanti ai toscani Demetrio Pupeschi (70/75) e Diego Martelli (69/75). Assoluto stato di grazia, tra le Giovani Speranze, per i migliori tra i tiratori in gara, nell’ordine: il lucano Pietro Bellusci (71/75), l’abruzzese Filippo Di Bucchianico (70/75) e il pugliese Andrea Cito (69+1/75), terzo al termine dello spareggio contro il siciliano Giuseppe Fiume (69+0/75). Complimenti doverosi anche al calabrese Francesco Latella (70/75), primo tra gli Esordienti davanti al lombardo Manuel Beatini (64/75) e al veneto Lorenzo Canova (60+1/75). Nella Coppa Italia a squadre, dedicata alla memoria di Italo Mastrangelo, l’invincibile giovane armata del CAS Concaverde (Mangolini, Baresi, Sertori e Guidi), con 260/300, ha vinto di misura sul team del TAV Conselice (Battisti, Baesi, Venturini e Gori), che ha chiuso con 259/300, mentre i giovani alfieri del TAV San Fruttuoso (Lombardi, Ferraro, Artioli e Degli Antoni) hanno occupato il terzo gradino del podio, con 248/300.

Passando all’altra metà del cielo, tra le Juniores femminile, è stata ancora una volta la romagnola Gaia Ragazzini (72/75) a trionfare, mentre la calabrese Valentina Panza (69+1/75), dopo lo spareggio contro la veneta Sofia Littamè (69+0/75), si è messa al collo la medaglia d’argento. Un’altra atleta dell’Emilia Romagna, Sofia Gori (66/75), ha svettato tra le Allieve, precedendo la lombarda Laura Morsia (63+1/75) e la laziale Angelica Piras (63+0/75). Tra le Giovani Speranze, a conquistare l’oro è stata la veneta Veronica Zambon (67/75), che ha staccato le dirette inseguitrici Beatrice Di Maria, argento con 59+1/75, e Aurora Rocchi, bronzo con 59+0/75. Nella qualifica Esordienti, invece, la lombarda Ambra Parodi (57/75), ha avuto la meglio su Simona Tonni (53/75), anche lei lombarda, e sulla toscana Greta Sforzi (41/75). Nella Coppa Italia la vittoria ha sorriso alla formazione del CAS Concaverde (Labemano, Borlini, Tonni e Antonelli), che ha realizzato il punteggio di 205/300. Per finire, i vincitori del Memorial Vittorio Prestini, trofeo riservato agli Esordienti, sono stati Manuel Beatini e Ambra Parodi.

trap concaverde 12-13 giugno, Criterium nazionale del settore giovanile del tiro a volo

SKEET. Passando alla disciplina dello Skeet, tra gli Juniores maschili, i laziali Gianmarco Tuzi (73/75) e Francesco Bernardini (72/75) si sono posizionati rispettivamente primo e secondo, davanti al toscano Cristian Ghilli, terzo con 71/75. Tra le Juniores, è stata la laziale Giada Longhi (65/75) a chiudere in cima alla classifica, mentre la toscana Sara Bongini (63+6/75) e la laziale Eleonora Ruta (63+5/75), dopo un lungo spareggio, hanno chiuso rispettivamente al secondo e terzo posto. Tra gli Allievi, il calabrese Antonio La Volpe (72+2/75), al termine dello shoot-off, ha centrato una brillante vittoria contro il pugliese Stefano Carbone (72+0/75), mentre il lucano Antonio Brunetti (69/75) ha chiuso al terzo posto. Il laziale Valerio De Nicola (62/75) è stato il migliore degli Esordienti, seguito dal toscano Matteo Bragalli (60+3/75) e dal campano Domenico Diana (60+2/75). Nel confronto a squadre, con 216/225, la squadra delle Fiamme Oro composta da Tuzi, Bernardini e Ghilli si è imposta sulla formazione del Circolo Ilva (Carbone, Basta e Lippolis), seconda con 200/225, mentre a salire sul terzo gradino del podio, con 199/225, è stata la squadra del Tav Montecatini (Micheli, Maulicino, Pugi). Tra le ragazze, a conquistare la Coppa è stato il trio Bongini, Ruta, Bandini, anche loro in forza alle Fiamme Oro, con 185/225. Per quanto riguarda, infine, il Trofeo dedicato alla memoria di Vittorio Prestini, il premio è stato assegnato a Domenico Diana.

trap concaverde 12-13 giugno, Criterium nazionale del settore giovanile del tiro a volo

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.