Gli Internazionali femminili di Brescia, dal 30 maggio in Castello

Più informazioni su

Brescia. Quello degli Internazionali femminili di Brescia sarà un ritorno in grande stile. Perché dopo due anni di stop a causa della pandemia c’è una voglia enorme di riprendere una tradizione nata nel 2008, e che anno dopo anno ha visto il gioiello del Tennis Forza e Costanza 1911 diventare uno dei primissimi appuntamenti del calendario italiano, grazie ai 60.000 dollari di montepremi. Ma anche perché la prima entry list, pubblicata mercoledì dall’International Tennis Federation, è di livello stellare, ben oltre le più rosee aspettative. Non dà la garanzia che tutte le presenti prenderanno parte all’edizione numero 13 del torneo diretto da Alberto Paris, ma la priorità assegnata all’evento dalla gran parte delle iscritte, unita alle poche ore che mancano dal termine ultimo per la cancellazione libera (venerdì alle 15), fa pensare che dal 30 maggio al 5 giugno a darsi battaglia sui campi del Castello ci saranno tante giocatrici di altissimo livello. Nell’elenco figurano addirittura tre top-100, compresa la riminese numero 79 Wta Lucia Bronzetti, che come le altre ha voluto garantirsi la possibilità di disputare un torneo durante la seconda settimana del Roland Garros (al via domenica 22 maggio), qualora l’esperienza nel torneo francese del Grande Slam dovesse concludersi entro i primi tre turni. Insieme a lei, nella lista delle iscritte ci sono una vecchia conoscenza degli Internazionali come Arantxa Rus, olandese semifinalista nel 2014, l’ex top-20 Mihaela Buzarnescu e la svizzera Ylena In-Albon, mai così vicina alle prime 100 del mondo e da anni pilastro del Tennis Club Lumezzane, riportato in Serie A1 nel 2021. E poi ancora la campionessa del 2017 Polona Hercog e anche l’ex n.5 del mondo Sara Errani.

Scesa al numero 160 della classifica Wta, l’ex finalista del Roland Garros aveva preso parte anche all’ultima edizione degli Internazionali, nel 2019, e si prepara a tornare al Tennis Forza e Costanza 1911. Per l’Italia, sicura di un posto nel tabellone principale anche Lucrezia Stefanini, alla quale si aggiungeranno le giocatrici invitate attraverso le wild card. Sono quattro: tre di competenza della Federtennis e una in mano agli organizzatori. L’evento scatterà lunedì 30 maggio con le qualificazioni, della durata di due giorni, ma già da martedì ci sarà spazio per i primi incontri del tabellone principale, come di consueto a 32 giocatrici, con cinque match da conquistare per aggiudicarsi il trofeo che nel 2019 fu della toscana Jasmine Paolini, una delle sole due azzurre capaci di vincere a Brescia. Nei prossimi giorni si conosceranno maggiori dettagli sulla manifestazione, alcuni dei quali verranno svelati nella conferenza stampa di presentazione in programma giovedì 26 maggio (ore 11) presso la splendida Sala dei Giudici di Palazzo della Loggia, sede del Comune di Brescia. Una location di lusso per lanciare un evento che promette di attirare di nuovo nell’affascinante cornice del Castello centinaia e centinaia di appassionati, provenienti da ben oltre i confini cittadini.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.