Quantcast

At Desenzano parte con il turbo: 18-0 dopo le prime tre giornate

Più informazioni su

(red.) Fra le 48 squadre lombarde in gara nel Campionato di Serie C, solo due formazioni sono riuscite nell’impresa di vincere per 6-0 in ciascuna delle prime tre giornate. Una è l’Associazione Tennis Desenzano, che ha ribadito sul campo le ambizioni della vigilia e nel Girone 2 arriverà al giro di boa della quarta giornata (delle sette totali) senza avere ancora perso un singolo incontro. Dopo il 6-0 rifilato all’esordio ai mantovani della Canottieri Mincio, il team capitanato da Massimo Mattinzoli ha fatto il bis nella prima uscita casalinga contro lo Sporting Club Saronno, e ha calato il tris domenica nella trasferta sui campi in cemento del Csa Tennis Agrate. Nemmeno la possibile insidia rappresentata dalla superficie rapida si è rivelata un problema: l’At Desenzano ha firmato un nuovo 6-0 e si è confermata in vetta al girone, con sei punti (la vittoria ne assegna due) come i varesini dell’Eco Sport Samarate (l’altra formazione lombarda a quota 18-0) e i rivali del Tennis Club Milano Alberto Bonacossa. Merito del quartetto titolare composto da Pietro Mugelli, Andrea Uberti, Massimo Mattinzoli e Matteo Milazzotto, ma anche del contributo del presidente-giocatore Damiano Saggioro (due vittorie su due in doppio) e dei veterani Alfio Raffaele Rovida e Marco Brugnoli, entrambi in campo – e vincenti – nei doppi ad Agrate. Ne deriva che la formazione bresciana sta tenendo un ruolino di marcia da record pur senza aver ancora schierato l’ex professionista slovacco Jan Stancik, pronto a dare il suo contributo nei prossimi impegni.

associazione tennis desenzano

“Sapevamo di essere superiori rispetto alle prime tre avversarie – il commento del presidente Damiano Saggioro – ma va dato a tutti il merito di aver combattuto in ogni singola partita, non mollando mai nemmeno un punto. In certe situazioni, con la vittoria già in cassaforte, poteva capitare di rilassarsi, invece i ragazzi sono stati perfetti. Non potevamo chiedere un inizio migliore per presentarci alla seconda parte del campionato, dove la difficoltà degli incontri inizia ad aumentare”. Sarà così già a partire dal prossimo, domenica 2 maggio, sulla terra battuta di Desenzano contro il Tennis Club Pavia, capace di raccogliere una vittoria e una sconfitta nei due incontri sin qui disputati (l’altro è stato rimandato per pioggia). “Ora arriva la parte più difficile – dice ancora Saggioro – ma siamo pronti ad affrontare anche le sfide più complicate. Indipendentemente da come andrà, sono comunque molto contento perché abbiamo impostato la giusta formazione per i prossimi anni, con due giovani di livello e in grande crescita come Mugelli e Uberti a trascinare i più esperti. E poi nella squadra c’è grande affiatamento”. Un dettaglio che può fare la differenza in vista dell’obiettivo primo posto finale, l’unico che permette di accedere al tabellone nazionale a eliminazione diretta, dove giocarsi la promozione in Serie B2. Agguantarla non sarà per nulla semplice, ma il cammino sin qui perfetto infonde grande fiducia.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.