San Gervasio: nella Pro Am l’americano Nate Smith la spunta su Sasha Descuns

Più informazioni su

San Gervasio Bresciano. L’assegno di 4mila dollari destinato al vincitore della 8^ edizione della Pro-Am sale sul volo verso gli Stati Uniti nella tasca di Nate Smith, il più forte sciatore sull’acqua al mondo attualmente in circolazione e capace di una prestazione d’altissimo livello nella fase finale della gara. Nella finalissima infatti, lo statunitense ha la meglio sul francese Sasha Descuns chiudendo per la terza volta nella storia italiana dello sci nautico, le sei boe con corda lunga 10,25 e girandone mezza nel successivo step con 9,75 e a un solo respiro dal record del mondo.
Nate Smith entra nel tabellone della Final Eight come testa di serie numero 1 per aver totalizzato il miglior risultato nelle qualificazioni. Al primo turno del testa a testa si trova a competere con il gioiellino della Jolly Ski Florian Parth che nella giornata di sabato, con una gara di livello mondiale (2@10,25), aveva scavalcato le due pedine azzurre di casa Matteo Luzzeri e Nicholas Benatti (secondo classificato nell’edizione 2021) accaparrandosi così l’ultimo posto utile nel tabellone della domenica.
Contro Nate Smith, Florian Parth si ferma alla 2^ boa con corda a mt 10,75, troppo forte il primatista mondiale che invece chiude il campo e successivamente in sequenza ha la meglio su Thomas Degasperi (che ferma la sua performance su 1,5@10,25) e Sasha Descuns nella finale davanti al pubblico giunto sulle sponde del lago sangervasino, con lo strepitoso 0,5@9,75 .

La competizione femminile vede la canadese campione del mondo Jaimee Bull salire sul gradino più alto del podio. Nella finalissima con il risultato di 3@10,75 ha la meglio sulla statunitense Allie Nicholson. In semifinale aveva eliminato la Alexandra Garcia (Usa).
Le italiane qualificatesi per le Final Eight della domenica Beatrice Ianni e Alice Bagnoli, in tabellone come teste di serie rispettivamente sesta e settima, affrontano gli head to head incappando entrambe sul cammino della Allie Nicholson che le elimina entrambe al campo 11,25 prima di giocarsi la finalissima (Bagnoli ai quarti e Ianni in semifinale che in precedenza aveva avuto la meglio sulla francese Paige Rini).

Nella gara Under 17 (sponsorizzata da Radar Ski) successo finale per il messicano Jaime Palomino Blanch che ha la meglio sull’australiano Lucas Cornale al campo 11. L’unico italiano in gara Vincenzo Marino non centra invece l’ingresso alla finalissima.
Tra le donne vittoria della states Alana Jones vittoriosa nella finale sull’austriaca Philippa Attensan che si ferma al campo 12, mentre la statunitense lo chiude e fissa il risultato a 1,5@11,25.

Nella gara AM, sventola la bandiera tedesca su tutti i podi. L’under 14 Theo Wild si aggiudca la gara sul connazionale Pepe Leonhardt e sull’austriaco Constantin Attensam; tra i senior vittoria ancora tedesca di Wild Steffen sul britannico Pierre Heler-Caruel e sulla connazionale Chrystelle Wild. Infine la bandiera della Germania sale sui gradini del podio riservati al primo e secondo classificato della gara open con il vincitore Teo Wild e della piazzata Emily Wenzel, terzo il francese Gregoire Desfond.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.