Germani fa 13 dominando anche Trento 86-62

Partita senza storia quella al Palaleonessa. Nonostante l'assenza di Cobbins, gli avversari non sono mai riusciti a impensierire veramente la squadra di coach Alessandro Magro. Miglior realizzatore Gabriel con 18 punti.

Più informazioni su

(red.) Con la tranquillità e la freddezza di una grande squadra la Germani Brescia ha superato con autorevolezza anche la Dolomiti Energia Trento portando a 13 il filotto di vittorie consecutive nel campionato di serie A1 di basket maschile. Una partita che non è mai stata in discussione e nella quale i padroni di casa hanno conquistato presto un vantaggio superiore ai dieci punti e sono stati avanti tranquillamente fino alla fine della partita, rintuzzando ogni flebile tentativo degli avversari di farsi sotto e concedendosi anche vantaggi superiori al ventello.
Insomma, quando i bresciani prendono in mano le redini del gioco sono problemi per chiunque, come dimostrano i numerosi scalpi illustri portati a casa nelle ultime settimane. La partita con Trento è finita 86-62 e a rallentare la marcia di questa Germani non sono bastati l’infortunio di Cobbins, dominatore del pitturato, né quello di Parrillo o gli acciacchi di Burns: ora gli appassionati bresciani di basket sono in attesa di vedere quali e quante altre soddisfazioni saprà dare loro la squadra di coach Alessandro Magro.
Forse qualcuno può essere sorpreso dalla classifica dei marcatori di giornata in casa Brescia, con Gabriel a 18 punti, Della Valle a 16, Mitrou-Long a 13 e Petrucelli a 12, ma questo dato statistico serve solo a dimostrare per l’ennesima volta che la Germani non può contare solo sulla capacità balistica delle sue due stelle e anche quando il play canadese e il miglior realizzatore del campionato rallentano, ci sono altri a portare fieno in cascina. E infatti sotto la doppia cifra, ma ben presenti a referto, troviamo anche Moss, Eboua, Moore e Burns.

Non c’è molto da dire sulla partita: Brescia chiude il primo quarto avanti di 14 (26-12), va al riposo lungo con 13 punti di vantaggio (45-32), respinge con decisione il tentativo degli ospiti di avvicinarsi nel terzo periodo, chiudendo 63-52. E poi nel quarto quarto non deve nemmeno troppo forzare per arrivare ai +24 della sirena finale: 86-62.
“Come avevo detto prima della partita, è stato davvero bello riabbracciare i nostri tifosi al 100% ed è bello festeggiare insieme a loro la tredicesima vittoria consecutiva”, è stato il commento di coach Alessandro Magro. “Noi cerchiamo sempre di giocare una pallacanestro efficace ma stasera l’abbiamo fatto solo a tratti, in una gara nella quale si è visto quanto sia importante per noi un giocatore come Mike Cobbins e quanto lui ci dia sempre in attacco che in difesa. In ogni caso, era importante vincere e prendere i due punti in palio: ora dobbiamo ricaricare le energie, perché ci aspettano tre partite molto difficili, di cui due contro le nostre più dirette inseguitrici. Sono soddisfatto del risultato, ma non troppo del gioco espresso: solo le grandi squadre, però, sono in grado di tenere un livello mentale così alto. Per questo voglio che i miei giocatori continuino a dimostrarmi partita dopo partita di avere sempre la mentalità vincente”.

Germani Brescia – Dolomiti Energia Trentino 86-62 (26-12, 45-32, 63-52)
Germani Brescia: Gabriel 18 (5/7, 2/3), Moore 6 (2/4), Mitrou-Long 13 (3/4, 2/9), Mobio, Petrucelli 12 (5/8, 0/1), Della Valle 16 (1/2, 3/8), Eboua 7 (2/4), Parrillo ne, Burns 6 (3/5, 0/1), Laquintana, Rodella, Moss 8 (1/2, 1/1). All: Magro.
Dolomiti Energia Trentino: Johnson 2 (1/4, 0/2), Bradford 9 (1/5, 2/5), Williams 15 (6/8, 0/1), Reynolds 9 (3/4, 1/5), Gaye ne, Conti 4 (1/1), Morina ne, Forray 5 (0/3, 1/4), Flaccadori 5 (1/6), Mezzanotte ne, Ladurner, Caroline 13 (5/10, 0/2). All: Molin.
Arbitri: Bartoli, Grigioni e Di Francesco.
Note: Brescia 22/36 (61%), Trento 18/42 (43%); Tiri da tre: Brescia 8/26 (31%), Trento 4/19 (21%); Tiri liberi: Brescia 18/23 (78%), Trento 14/18 (78%); Rimbalzi: Brescia 35 (RD 27, RO 8), Trento 35 (RD 23, RO 12).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.