Germani domina Treviso e incassa la decima vittoria consecutiva

Partita senza storia quella contro di veneti. I bresciani l'hanno sempre tenuta sotto controllo e quando nel terzo periodo hanno accelerato hanno fatto il vuoto, conquistando il nuovo record di successi.

Più informazioni su

(red.) Ci sono partite che non hanno storia e servono solo per incrementare qualche statistica. Quella di domenica sera tra la Germani Brescia e la Nutribullet Treviso è stata utile perché ha portato la squadra bresciana alla decima vittoria consecutiva in campionato, facendole segnare il nuovo record, ma quanto a basket non è valsa granché, se non come ennesima dimostrazione di forza e di volontà di un gruppo per il quale a questo punto non ci sono aggettivi.
Sappiamo però che questi incontri, nei quali il divario tra le due compagini è così palesemente evidente, possono nascondere qualche trappola. La trappola di sottovalutare gli avversari, per esempio, e di affrontare il match con sufficienza fino a mettere in gas la squadra più debole non riuscendo poi a fermarla quando, sull’onda dell’entusiasmo, comincia a infilare bombe su bombe. Diciamo subito che così non è stato e che è finita 101-78.
Treviso attraversa un periodo decisamente poco brillante e forse necessita di rinforzi nel roster, ma al Palaleonessa s’è presentata piuttosto remissiva anche psicologicamente. I padroni di casa hanno ben presto preso le misure agli ospiti e, conquistato subito un vantaggio intorno alla doppia cifra – punto più punto meno -, l’hanno mantenuto costante fino all’intervallo lungo (44-32), tenendo sempre il controllo della partita, per poi premere l’acceleratore nel terzo periodo.
E’ stato in quei dieci minuti di fuoco che Brescia ha dato il meglio di sé, rintuzzando il tentativo di avvicinamento dei veneti e prendendo le distanze con decisione fino al termine del periodo (79-55), trasformando così l’intero quarto quarto in qualcosa di molto simile a una pura formalità burocratica, buona solo per rimpolpare i tabellini personali delle seconde linee che coach Alessandro Magro ha cercato di lasciare in campo il più possibile.
In una partita che non ha avuto storia, è inevitabile che tutti i giocatori bresciani abbiano dominato nel proprio ruolo, ma noi citiamo i soliti Amedeo Della Valle e Naz Mitrou-Long, seguiti da Cobbins, Petrucelli, Laquintana e Gabriel.

Il commento. “È stata una partita un po’ strana all’inizio, perché abbiamo creato buone situazioni ma abbiamo anche sbagliato, abbiamo fatto qualche errore difensivo sulle cose che avevamo preparato, dovevamo mettere più pressione ma dai punteggi si vede poco”, ha detto coach Alessandro Magro. “Dopo quello che abbiamo visto a Brindisi mi aspettavo un passettino avanti, che c’è stato solo a tratti. Treviso ha giocato fino alla fine ma ha perso Russell durante la partita e ha dato tanti minuti a dei ragazzi giovani. Ogni volta che si scende in campo si deve provare a esprimere la miglior pallacanestro possibile, a prescindere dal punteggio o dal tempo che manca. Credo che sia stata una partita giocata fino alla fine, abbiamo dato minuti ad altri giocatori come Paul Eboua, che ha giocato 16 minuti, perché abbiamo bisogno di tutti. Se l’obiettivo è quello di fare un passo avanti, consolidando la terza posizione, giocando per una partita vinta o persa in post-season dobbiamo farci trovare pronti”.

Germani Brescia – Nutribullet Treviso Basket 101-78 (21-13, 44-32, 79-55)
Germani Brescia: Gabriel 7 (3/3, 0/2), Moore 7 (2/3 da tre), Mitrou-Long 15 (5/6, 1/6), Petrucelli 15 (4/6, 2/3), Della Valle 23 (4/5, 5/6), Eboua 4 (2/3, 0/1), Parrillo, Cobbins 15 (7/8), Burns 2 (1/1), Laquintana 9 (2/5, 1/2), Djiya, Moss 4 (2/2, 0/1). All: Magro
Nutribullet Treviso: Jurkatamm ne, Roberts-Russell 2, Faggian, Ronca, Bortolani 14 (2/7, 2/5), Imbrò 14 (2/2, 3/7), Chillo 6 (1/1, 1/4), Sims 9 (3/7, 0/2), Sokolowski 4 (0/3), Dimsa 14 (0/1, 4/7), Jones 9 (3/4, 1/3), Akele 6 (3/5). All: Menetti
Arbitri: Attard, Vicino e Pepponi
Note: Tiri da due: Brescia 30/39 (77%), Treviso 14/29 (48%); Tiri da tre: Brescia 11/24 (46%), Treviso 11/32 (34%); Tiri liberi: Brescia 8/15 (53%), Treviso 17/20 (85%); Rimbalzi: Brescia 29 (RD 25, RO 4), Treviso 32 (RD 21, RO 11)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.