Quantcast

Germani rientra con il sorriso e stravince contro Brindisi

Gara difficile per entrambe le squadre dopo la lunga pausa e i pochi allenamenti. Il punteggio finale di 88-67 ha premiato Brescia che ha sempre controllato l'incontro, portando cinque uomini in doppia cifra.

Più informazioni su

(red.) Al rientro in campionato dopo la lunga pausa causata dal Covid, la Germani Brescia nella prima partita del 2022 ha piegato senza troppi patemi la Happy Casa Brindisi, tradizionale bestia nera dei biancoblu. Una vittoria il cui punteggio finale di 88-67 la dice tutta sul dominio dei padroni di casa, con gli ospiti che hanno saputo contrastarli solo nel primo quarto e quando, all’inizio del quarto periodo, hanno tentato un’improbabile rimonta, per poi cedere completamente le armi negli ultimi minuti.
Da una partita che vedeva le squadre al rientro dopo un lungo stop e senza essersi allenate come si deve, non si poteva certo pretendere troppo e in alcune fasi gli spettatori hanno forse dubitato di star assistendo a un match tra squadre di serie A1 impegnate in un importante scontro diretto. Alla fine ha vinto chi ci ha messo più voglia e determinazione, conservando fino in fondo lucidità mentale ed energie fisiche.
Brescia ha conquistato la terza vittoria consecutiva, la quarta nelle ultime cinque gare, portando cinque uomini in doppia cifra (Mitrou-Long con 22 punti, Gabriel con 21, Della Valle con 16, Petrucelli a quota 12 e Burns a 10) e con una buona prestazione corale che ha dimostrato la volontà di giocare di squadra, sia pure in un incontro a ritmi bassi e a tratti confuso, tra due squadre che dovevano prima di tutto ritrovare il passo giusto per stare bene in campo..
Dopo un primo quarto terminato 21-22, all’intervallo lungo il vantaggio era della Germani, che ha terminato i primi 20 minuti sul +7. Buono il rientro nella ripresa:  Brescia trascinata da Gabriel e Della Valle ha conquistato un distacco consistente, anche se contro un avversario quasi fantasma: il terzo periodo è finito +17. Nei primi minuti dell’ultimo quarto Brindisi si è svegliata provando a recuperare, ma ormai era troppo tardi e Brescia ha sempre mantenuto il controllo della gara finché anche gli avversari hanno rinunciato a lottare.

Il commento di coach Alessandro Magro: “Per noi era importante vincere e sono contento della prestazione. A entrambe le squadre mancava il ritmo gara: possiamo parlare di statistiche, ma è ovvio che si tratti di una partita falsata dallo stop. Siamo stati in grado di tenere una squadra come Brindisi a 67 punti segnati, Burns e Cobbins hanno fatto un grande lavoro per tenere a bada Nick Perkins. Difensivamente abbiamo fatto una partita più che positiva e sono molto contento per Kenny Gabriel, che ha dato una prestazione solida, dimostrando di essere sempre prezioso. Giovedì prossimo giocheremo contro la squadra più in forma del momento, ma ci servirebbe una vittoria per provare a strappare un pass per le Final Eight”.
E giovedì infatti c’è Pesaro di coach Luca Banchi, che questa domenica ha battuto Milano dopo un tempo supplementare, con una gara tutta cuore e grinta, superando anche la tensione creata da alcune incomprensibili decisioni arbitrali.

Germani Brescia – Happy Casa Brindisi 88-67 (21-22, 43-36, 63-46)
Germani Brescia: Gabriel 21 (3/5, 5/11), Moore 2 (0/1), Mitrou-Long 22 (4/6, 4/9), Mobio ne, Petrucelli 12 (6/8, 0/1), Della Valle 16 (5/6, 0/6), Eboua, Parrillo, Cobbins 2, Burns 10 (3/7), Laquintana 3 (1/3), Moss. All: Magro.
Happy Casa Brindisi: Adrian 8 (1/1, 2/6), Perkins J. 8 (3/4, 0/3), Antonaci ne, Visconti 13 (2/2, 2/5), Gaspardo 7 (2/2, 0/4), Ulaneo ne, Redivo 5 (1/2, 1/3), Clark 7 (2/4, 1/4), Guido ne, Chappell 3 (0/2, 1/3), Udom 6 (3/5, 0/3), Perkins N. 10 (2/6, 0/4). All: Vitucci.
Arbitri: Mazzoni, Borgioni e Galasso
Note: Tiri da due: Brescia 22/37 (60%), Brindisi 16/28 (57%); Tiri da tre: Brescia 9/29 (31%), Brindisi 7/35 (20%); Tiri liberi: Brescia 17/18 (94%), Brindisi 14/18 (78%); Rimbalzi: Brescia 39 (RD 27, RO 12), Brindisi 36 (RD 23, RO 13).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.