Quantcast

Troppa Virtus per la Germani, Scariolo torna a Brescia da vincitore

E' finita 74-103 una gara che i bolognesi hanno sempre tenuto sotto controllo, rintuzzando il tentativo di rimonta dei padroni di casa nel terzo quarto e poi dilagando nel finale.

Più informazioni su

(red.) Nonostante la differenza di talenti e di budget è una sconfitta pesante quella subita dalla Germani Brescia sul parquet di casa contro la Virtus Segafredo Bologna. Quasi 30 punti che pesano sul morale e un risultato di 74-103 che non ammette repliche anche se non dà giustizia a una Germani che, pur essendo andata sotto di dieci punti fin dal primo quarto, non ha mai mollato riuscendo a mantenere più o meno inalterato il distacco per gli altri due periodi e crollando solo nell’ultimo, quando i bolognesi del coach bresciano Sergio Scariolo hanno dilagato.
La partita si indirizza subito su binari di una crescente intensità, con una Germani che prova a tamponare il talento bianconero senza lasciarsi intimorire dal blasone dell’avversaria. Sul finire del primo quarto, la Segafredo trova l’allungo (+11) che è rimasto intatto fino a metà gara (45-56).
Dallo spogliatoio dopo l’intervallo lungo rientra una Brescia carica e sostenuta dal proprio pubblico che tenta, invano, la rimonta. Al 30′ la differenza di punteggio è ancora 67-77, e poco influirà sull’andamento della gara il fatto che la stella Milos Teodosic sia tornata anzitempo nello spogliatoio per doppio fallo tecnico.
Per la Germani infatti è stato l’ultimo sforzo e nel quarto conclusivo i bresciani hanno dovuto alzare bandiera bianca sotto i colpi delle bocche di fuoco avversarie.

“Commentare una partita persa con questo ampio divario dispiace”, ha detto coach Alessandro Magro, “perché c’erano gli ingredienti per provare a coronare questa bella festa: è sempre bello vedere il palazzo così ogni domenica. Mi prendo la responsabilità di aver giocato a zona, ci ha fatto perdere di aggressività e hanno preso molti canestro facili. Mi dispiace perché sapevamo che avrebbero segnato, volevamo provare a concedergli molto di più l’arco dei tre punti rispetto all’area ma hanno avuto la meglio. Sapevamo che la partita sarebbe stato ad alto punteggio, siamo arrivati a tirare per il meno 5, e poi a noi è finita totalmente la benzina e il gap finale dimostra che loro non hanno mai smesso di giocare. Ora vogliamo pensare a come andare a vincere a Reggio Emilia”.

Germani Brescia – Virtus segafredo Bologna 74-103 (21-32, 45-56, 67-77)
Germani Brescia: Gabriel 6 (0/1, 2/7), Moore 1, Mitrou-Long 16 (2/6, 2/8), Petrucelli 10 (2/4, 2/3), Della Valle 17 (1/3, 3/8), Eboua, Parrillo, Cobbins 7 (3/4), Biatcha ne, Burns 9 (3/7, 1/1), Laquintana 5 (1/2, 0/2), Moss 3 (0/2, 1/2). All: Magro.
Virtus Segafredo Bologna: Cordinier 13 (5/5, 0/2), Tessitori, Mannion 9 (1/2, 1/3), Pajola 8 (1/1, 2/2), Alibegovic 11 (2/3, 2/3), Hervey 5 (1/2, 1/4), Ruzzier, Jaiteh 11 (5/7), Ceron, Sampson 9 (4/6), Weems 22 (7/9, 1/3), Teodosic 15 (3/4, 3/6). All: Scariolo.
Arbitri: Rossi, Nicolini e Vita.
Note: Tiri da due: Brescia 12/30 (40%), Bologna 29/40 (45%); Tiri da tre: Brescia 11/32 (34%), Bologna 10/24 (32%); Tiri liberi: Brescia 17/21 (81%), Bologna 15/19 (79%); Rimbalzi: Brescia 32 (RD 19, RO 13), Bologna 33 (RD 26, RO 7).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.