Basket, Brescia perde contro Venezia e saluta l’Eurocup

Al PalaLeonessa a porte chiuse per l'emergenza Coronavirus, Venezia vince 93-88 e si qualifica ai quarti.

(red.) GERMANI BRESCIA LEONESSA-UMANA REYER VENEZIA 88-93 (24-25, 41-45, 56-68)

Germani Brescia Leonessa: Zerini 7 (1/1, 1/2), Trice 18 (3/5, 2/5), Ceron, Abass 16 (0/1, 3/6), Cain 14 (5/7), Vitali 8 (2/4, 0/2), Laquintana 4 (1/2, 0/1), Lansdowne, Guariglia ne, Horton 10 (2/2, 1/5), Moss 2 (1/3, 0/3), Sacchetti 9 (1/1, 2/4). All. Esposito.
Umana Reyer Venezia: Udanoh 4 (2/2), Stone, Bramos 3 (1/5 da tre), Tonut 20 (5/6, 2/5), Daye 6 (2/3), De Nicolao 16 (1/1, 3/4), Filloy ne, Vidmar 5 (1/2), Goudelock 7 (2/4, 1/1), Chappell 10 (3/5, 0/2), Mazzola 5 (1/1, 1/2), Watt 17 (4/8, 1/2). All. De Raffaele.
Arbitri: Kowalski, Ovinov e Obrknezevic.
Note: Tiri da 2 Brescia 16/28 (57%) – Venezia 21/32 (66%). Tiri da 3 Brescia 9/29 (31%) – Venezia 9/21 (43%). Tiri liberi Brescia 29/35 (83%) – Venezia 24/32 (75%). Rimbalzi Brescia 27 (23 RD, 4 RO) – Venezia 33 (28 RD, 5 RO).

Niente da fare per la Germani Basket Brescia che ieri sera, martedì 3 marzo, nel PalaLeonessa a porte chiuse per l’emergenza da Coronavirus, è stata sconfitta dalla Umana Reyer Venezia con il risultato di 88-93. Così la squadra di coach Vincenzo Esposito è costretta a salutare la Top 16 di Eurocup, il cui accesso si era rivelato un traguardo storico nella storia della società. Mancato, quindi, l’accesso ai quarti di finale. Il 93-88 con cui i campioni d’Italia strappano il pass per la fase finale di Eurocup è frutto di una prova di grande qualità da parte della squadra veneta che poche settimane fa ha conquistato anche la Coppa Italia.

Brescia combatte fino all’ultimo secondo, alzando bandiera bianca sotto i colpi di Tonut (20 punti) e compagni. Le due squadre venivano da una pausa di oltre due settimane a causa dell’emergenza sanitaria in corso. Brescia parte a ritmi bassi, poi reagisce arrivando ad agguantare gli avversari alla fine del primo quarto (24-25) e superandoli in avvio di secondo periodo, nel quale la Germani riesce anche ad accumulare due possessi di vantaggio. Il finale di primo tempo premia però la Reyer che chiude i primi 20′ con 4 punti di vantaggio (45-41) e continua per tutto il terzo periodo piazzando un parziale di 23-15. La Leonessa punta sulle giocate di Trice (18 punti, miglior marcatore di giornata in casa bresciana), Abass (16) e Cain (14). E il parziale di 32-25 a favore della Germani nell’ultimo quarto non è sufficiente per riaprire definitivamente la gara. Brescia, tra l’altro, avrebbe dovuto vincere con almeno otto punti di scarto per poter avere ancora speranze di passare il turno.

“Congratulazioni a Venezia, che procede il cammino in Eurocup con merito. Hanno giocato meglio di noi, la nostra gara non è stata solida, specialmente in difesa. Sono contento per quanto abbiamo fatto in attacco, ma dovevamo fare meglio in difesa, cercando di avere il giusto atteggiamento per tutti i 40′ – ha commentato coach Esposito a fine partita.- Termina la nostra avventura in Eurocup, volevamo chiuderla con una vittoria, ma conoscevamo la solidità dei nostri avversari. Il nostro sogno era quello di ben figurare nel primo girone, invece siamo riusciti a qualificarci alle Top 16. Anche nella seconda fase siamo partiti bene, poi abbiamo scontato il momento di calo fisico. L’Eurocup, comunque, ci lascia un ricordo molto positivo: ora rivolgiamo tutta la nostra attenzione sul campionato italiano, nel quale vogliamo cercare di mantenerci tra le prime otto e disputare i playoff”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.