Basket Eurocup, Brescia sfiora la rimonta a Oldenburg

In Germania finisce 89-84 per i padroni di casa. La Leonessa aveva iniziato la gara già dovendo rincorrere.

(red.) EWE BASKETS OLDENBURG-GERMANI BRESCIA LEONESSA 89-84 (26-14, 52-37, 76-66)

EWE Baskets Oldenburg: Moore 13 (5/7, 1/2), Hobbs 15 (0/2, 5/9), Sears ne, Tadda, McClain 2 (1/1), Kessen 6 (2/4), Hollatz ne, Amaize 2 (1/2), Paulding 22 (6/10, 1/2), Mahalbasic 16 (6/9, 0/1), Schwethelm 9 (3/4 da tre), Larson 4 (1/2, 0/6). All. Drijencic.
Germani Brescia Leonessa: Zerini 8 (0/2, 2/2), Warner ne, Trice 7 (2/4, 1/4), Abass 21 (4/7, 3/5), Cain 7 (3/6), Vitali 2 (1/3), Laquintana 5 (2/2, 0/1), Lansdowne 14 (4/6, 2/6), Silins 2 (1/1, 0/1), Guariglia, Horton 13 (3/4, 1/3), Sacchetti 5 (1/1, 1/1). All. Esposito.
Arbitri: Bissang, Foufis e Peerandi.
Note: Tiri da 2 Oldenburg 22/38 (58%) – Brescia 21/36 (58%). Tiri da 3 Oldenburg 10/25 (40%) – Brescia 10/23 (43%). Tiri liberi Oldenburg 15/18 (83%) – Brescia 12/14 (86%). Rimbalzi Oldenburg 26 (20 RD, 6 RO) – Brescia 34 (26 RD, 8 RO).

Nella partita di ieri sera, mercoledì 29 gennaio, in Germania la Germani Basket Brescia esce sconfitta contro Oldenburg con il punteggio di 89-84. La formazione di casa non lascia scampo alla Leonessa sempre in rincorsa degli avversari, padroni del ritmo partita fin dal fischio d’inizio. A un avvio shock, approcciato dai tedeschi con grande intensità e cattiveria agonistica, segue una lenta risalita di Brescia che dopo aver faticato a contenere gli attacchi avversari nel primo tempo sfiora l’operazione aggancio già nel terzo quarto.

Nei concitati minuti di fine gara, Brescia si gioca il tutto per tutto ma non basta per ribaltare il match. La partenza è a favore di Oldenburg che avvia la gara con un 9-0 figlio di tre triple consecutive di Hobbs. Poi la Leonessa risale, ma perde troppi palloni (7 nel primo quarto, 11 nei primi 20′). Trascinata da Abass (21 punti e top scorer di giornata), Brescia arriva sul -6 nel secondo quarto, ma all’intervallo lungo il risultato è di 52-37. Il rientro in campo è ancora nel segno di Abass che porta Brescia anche fino a -2, salvo poi aumentare di nuovo il divario a nove lunghezze a fine terzo quarto. Brescia è viva e nel quarto finale cerca il guizzo, ma niente da fare.

“È evidente come abbiamo avuto due facce diverse durante la partita, nel primo tempo e nel secondo. Nella prima metà di gara abbiamo avuto poca energia, non eravamo concentrati e siamo stati molto molli in difesa. Nel secondo tempo – ha commentato coach Vincenzo Esposito a fine partita – siamo stati più aggressivi in difesa, passandoci la palla e giocando insieme. Abbiamo capito che giocando insieme e continuando a lottare avremmo potuto fare meglio e così è stato. Dobbiamo giocare come nel terzo e questo quarto, restando sempre all’interno del nostro sistema.

La differenza tra le palle perse nel primo e nel secondo tempo, ad esempio, è la conseguenza di questo modo di giocare. Un giudizio sui singoli? A me piace parlare della squadra: come squadra non abbiamo giocato nel primo tempo e non abbiamo fatto quello che avevamo preparato, come squadra abbiamo reagito nella ripresa”. Terminato il quarto round di Top 16 di EuroCup, nel gruppo F di cui fa parte la Leonessa tutte le squadre sono piazzate a 4 punti in classifica con due partite ancora da giocare. Intanto domenica 2 febbraio Brescia sarà impegnata in campionato contro Dolomiti Energia Trentino per la ventunesima giornata e mercoledì 5 febbraio di nuovo in Eurocup sul parquet di Patrasso.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.