Basket, Brescia batte Oldenburg. Al PalaLeonessa 70-67

Dopo un primo tempo opaco, dal terzo parziale inizia la riscossa della Germani fino al successo finale.

(red.) GERMANI BRESCIA LEONESSA-EWE BASKETS OLDENBURG 70-67 (16-20, 34-42, 51-50)

Germani Brescia Leonessa: Zerini, Warner, Abass 12 (2/4, 2/4), Cain 8 (4/8), Vitali 10 (2/2, 2/8), Laquintana 2 (1/4), Lansdowne 10 (1/7, 2/5), Silins 2 (1/2), Guariglia, Horton 17 (4/5, 3/9), Moss 9 (2/4, 1/4), Sacchetti. All. Esposito.
EWE Baskets Oldenburg: Moore 4 (2/2, 0/1), Hobbs 6 (0/3, 2/4), Sears 1 (0/4), Tadda, McClain, Kessen ne, Amaize 3 (1/3, 0/2), Paulding 18 (7/13, 1/5), Mahalbasic 13 (5/9, 1/1), Schwethelm 6 (1/1, 1/2), Larson 16 (3/5, 2/5). All. Drijencic.
Arbitri: Rocha, Radojkovic e Sukys.
Note: Tiri da 2 Brescia 17/38 (44%) – Oldenburg 19/40 (47%). Tiri da 3 Brescia 10/31 (32%) – Oldenburg 7/20 (35%). Tiri liberi Brescia 6/8 (75%) – Oldenburg 8/13 (61%). Rimbalzi Brescia 37 (24 RD, 13 RO) – Oldenburg 37 (28 RD, 9 RO).

Ieri sera, mercoledì 22 gennaio, al PalaLeonessa la Germani Basket Brescia ha sconfitto i tedeschi dell’Oldenburg nella terza giornata della Top 16 di Eurocup con il risultato di 70-67. E per la squadra di Vincenzo Esposito si tratta dell’undicesimo successo nelle ultime dodici partite (unica sconfitta contro Venezia in Eurocup). E proprio con i veneti ora Brescia guida la classifica del girone. Per la Germani è stato un finale in crescendo arrivato dopo un primo tempo opaco e nel quale lo svantaggio è stato merito degli avversari. La riscossa di Brescia è partita dal terzo quarto comportandosi bene nella fase offensiva e in quella difensiva.

E l’ultimo è stato al cardiopalma fino alla vittoria finale. Brescia è troppo compassata all’inizio e così i tedeschi ne approfittano con Paulding e Mahalbasic che si aggiudicano il primo parziale. E all’intervallo lungo diventano otto i punti di vantaggio da parte di Oldenburg nei confronti della Germani (34-42). Al rientro nel terzo parziale la difesa di Brescia è più precisa e innescando la rimonta. Arriva al 30′ con un punto di vantaggio (51-50), poi nell’ultimo quarto raggiunge anche i 6 punti di margine a proprio favore senza riuscire a distanziare in modo definitivo gli avversari. Ma il finale in volata premia Brescia (17 punti di Horton, 12 di Abass, 10 di Vitali e Lansdowne e 13 rimbalzi presi da Cain).

“Sapevamo che sarebbe stata una gara difficile. In un girone da 6 partite ogni match ha un’importanza capitale e ogni gara è come se fosse una finale. Abbiamo giocato i primi due quarti con poca energia – ha commentato coach Vincenzo Esposito a fine partita – tanto che abbiamo concesso 42 punti in un tempo. Nel terzo quarto, invece, abbiamo sistemato la difesa e abbiamo iniziato a giocare con un migliore ritmo. Tutti i nostri giocatori sono stanchi, è normale, e anche per questo è molto importante ruotarli.

Per fare bene, dobbiamo avere un contributo da tutti i componenti del nostro roster. Tutti devono essere protagonisti, è questa l’unica via per mantenere alta l’intensità per tutta la durata della gara”. Ora è tempo di tornare di nuovo al campionato con la sfida casalinga al PalaLeonessa di Brescia contro Happy Casa Brindisi domenica 26 gennaio alle 17. E mercoledì 29 gennaio in Germania per la sfida contro Oldenburg in Top 16 di Eurocup.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.