Quantcast

Basket serie A, Brescia batte Cantù e si qualifica alla Final 8

93-82 il risultato finale al PalaDesio a favore della Germani. Matematico l'accesso alle finali di Coppa Italia.

(red.) SAN BERNARDO CINELANDIA CANTU’-GERMANI BASKET BRESCIA 82-93 (28-23, 46-50, 65-81)

San Bernardo Cinelandia Cantù: Young 6 (1/2), Procida ne, Clark 23 (4/9, 3/6), La Torre, Hayes 11 (3/5), Wilson 6 (2/5 da tre), Ragland 11 (2/6, 2/4), Burnell 15 (4/8, 1/1), Baparapè ne, Simioni 2 (1/2), Rodriguez, Pecchia 8 (3/4, 0/1). All. Pancotto.
Germani Basket Brescia: Zerini 6 (3/8), Warner 6 (3/3), Abass 20 (3/7, 2/5), Cain 8 (3/5), Vitali 8 (2/3, 1/2), Laquintana 8 (2/4), Lansdowne 11 (1/3, 3/5), Naoni ne, Silins 8 (1/1, 2/5), Guariglia ne, Moss 10 (4/5, 0/1), Sacchetti 8 (1/1, 2/8). All. Esposito.
Arbitri: Attard, Bettini e Galasso.
Note: Tiri da 2 Cantù 18/37 (%) – Brescia 23/40 (%). Tiri da 3 Cantù 8/21 (%) – Brescia 10/26 (%). Tiri liberi Cantù 12/16 (75%) – Brescia 5/7 (71%). Rimbalzi Cantù 21 (14 RD, 7 RO) – Brescia 21 (16 RD, 5 RO).

Nel match dell’ora di pranzo di ieri, domenica 29 dicembre, al PalaDesio, la Germani Basket Brescia centra la sesta vittoria consecutiva (foto dall’ufficio stampa della Germani Brescia) espugnando il parquet della San Bernardo Cinelandia Cantù con il risultato di 93-82. Un successo che permette alla squadra di Vincenzo Esposito di qualificarsi matematicamente alla Final 8 di Coppa Italia. La Germani si mostra in forma contro una squadra atletica che era reduce da quattro vittorie consecutive e che davanti al proprio pubblico non ha mai mollato, nemmeno quando era in svantaggio di 19 punti. Proprio nell’ultimo parziale, la formazione di casa aveva quasi raggiunto Brescia, ma la Leonessa si è dimostrata più solida.

La sfida prende il via a ritmi fin da subito elevati, con repentini botta e risposta tra le due squadre e un generale equilibrio a governare le prime battute. Sul finire di primo quarto Cantù trova un buon allungo, chiudendo al 10′ con cinque lunghezze di vantaggio (28-23). Il secondo periodo viene approcciato da Brescia con maggior energia, soprattutto in fase offensiva. Gli sforzi bresciani, uniti ad una maggiore precisione tecnica portano la Leonessa al vantaggio per 50-46. Alla ripresa è ancora Brescia la protagonista fino a un 31-19 di parziale con il quale chiude il terzo quarto a senso a unico (81-65 al 30′). Ma a metà del periodo finale Cantù si riaccende e gioca il tutto per tutto, accorciando il gap fino all’80-85. E nel finale Luca Vitali con una tripla e insieme a Sacchetti portano al successo finale.

“Sapevamo che sarebbe stata una gara molto difficile perché Cantù, dopo un inizio di campionato in salita, ha preso le misure della competizione e si presentava all’appuntamento arrivando da quattro vittorie consecutive. Il nostro compito principale era cercare di limitare i loro punti in transizione e in contropiede – ha commentato coach Vincenzo Esposito a fine partita – contenendo la loro esuberanza atletica soprattutto a rimbalzo. Tranne in un paio di momenti della partita, dove non abbiamo svolto bene questo compito, direi che abbiamo giocato una partita molto solida per almeno 35′.

Sono contento perché settimana dopo settimana stiamo diventando sempre più squadra. Lo si vede nei momenti in cui gli avversari si riavvicinano, nei quali il gruppo ha la capacità di rimanere solido e sereno, capendo di dover giocare un possesso alla volta. Siamo cresciuti tecnicamente ma soprattutto a livello di amalgama e solidità. Siamo matematicamente nelle Final Eight di Coppa Italia e credo che questo traguardo sia motivo di soddisfazione per la città, per la società e per i tutti i miei giocatori”. E intanto c’è già da pensare all’ultima partita di andata sabato 4 gennaio alle 20,30 quando al PalaLeonessa arriverà la Reyer Venezia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.