Eurocup, impresa Germani a Istanbul. Qualificazione a top 16 più vicina

Battuta Darussafaka per 70-61, stasera potrebbe staccare il pass. Martedì prossimo sfida contro Nanterre.

Più informazioni su

(red.) DARUSSAFAKA TEKFEN ISTANBUL-GERMANI BRESCIA LEONESSA 61-70 (21-17, 33-42, 51-53)

Darussafaka Tekfen Istanbul: Ozmizrak 7 (2/3, 1/5), Agva, Doruk, Demir 2 (1/1, 0/1), Hamilton 12 (4/9), Veyseloglu 2 (1/2), Sarica ne, Ozdemiroglu 4 (0/3, 1/4), Jones 8 (4/5, 0/3), Sav ne, Guler 18 (9/12, 0/2), Colson 8 (2/6, 1/3). All. Ernak.
Germani Brescia Leonessa: Zerini 13 (3/4, 2/4), Warner 7 (3/4, 0/1), Abass 14 (2/4, 2/6), Cain 2 (1/1), Vitali 9 (2/6, 1/4), Laquintana, Lansdowne 12 (3/8, 2/6), Naoni ne, Silins, Guariglia ne, Moss 4 (2/4, 0/1), Sacchetti 9 (0/1, 3/6). All. Esposito.
Arbitri: Pukl, Reiter e Aliaga.
Note: Tiri da 2 Darussafaka 23/41 (56%) – Brescia 16/33 (48%). Tiri da 3 Darussafaka 3/18 (17%) – Brescia 10/30 (33%). Tiri liberi Darussafaka 6/10 (60%) – Brescia 8/9 (89%). Rimbalzi Darussafaka 33 (26 RD, 7 RO) – Brescia 36 (25 RD, 11 RO).

Impresa ieri, martedì 10 dicembre, della Germani Basket Brescia che espugna a Istanbul il parquet del Darussafaka. Ed è un passo decisivo verso la qualificazione alle Top 16 di Eurocup che potrebbe arrivare stasera, mercoledì 11, attendendo gli altri risultati del girone. La squadra di coach Vincenzo Esposito disputa una prova brillante in una gara che era iniziata in modo equilibrato: al 5’ la Germani è avanti di misura su 7-6, trascinata da Zerini in campo in nello starting five al posto di Sacchetti, che ha giocato nonostante un problema al piede. I turchi piazzano poi un mini parziale di 8-0 e chiudono la prima frazione sul 21-17. Ma Brescia c’è e riprende subito il controllo del match.

Ribaltato il break sfavorevole, gli uomini di Esposito archiviano il primo tempo di gioco sul 42-33. Dopo la pausa lunga Brescia torna ancora sul parquet con la voglia di giocarsela e ha la chance di allungare sulla doppia cifra (+12 il vantaggio al 25’), che poi il Darussafaka riduce a -2 (51-53) con cui si chiude il terzo periodo. Nell’ultimo parziale Brescia argina il tentativo di rimonta avversaria e nel finale vince, vendicando la sconfitta della partita di andata nella quale la Germani aveva realizzato solo 35 punti. “Siamo arrivati a Istanbul con qualche difficoltà, dovuta all’assenza di Horton ma anche alle condizioni precarie di Sacchetti. Abbiamo fatto una grande prova di squadra, che ci permetterà di continuare a crescere.

Ogni quarto ha trovato un protagonista diverso, capace di prendersi sulle spalle la squadra – ha commentato coach Vincenzo Esposito a fine partita – abbiamo giocato contro un team dal grande talento, ma il nostro desiderio di scrivere una pagina storica per il club e per la nostra città ha fatto la differenza. Abbiamo imparato ad affrontare una partita alla volta, giocare duro e pensare che tutto possa essere possibile. Le differenze con la gara d’andata? A Brescia giocammo male, senza fiducia, ma il Darussafaka aveva fatto un grande lavoro. Quando si perde, non bisogna mai dimenticare il buono che fanno gli avversari”. Il prossimo appuntamento in Eurocup per la Germani sarà martedì 17 dicembre alle 21 contro il Nanterre e con la possibilità, in base ai risultati di oggi, di essere già qualificata tra le migliori sedici squadre.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.