Quantcast

Rugby, i Centurioni piegano Settimo Torino solo nel finale

Più informazioni su

(red.) Vittoria in rimonta per Promotica Centurioni, che piega Settimo Torino 16-13 al Maw Stadium di Villa Carcina nella quinta giornata del girone 1 di serie A. Una vittoria che vale il quarto posto in classifica a quota 11 punti.
Quattro punti per i bresciani, uno per i piemontesi, al termine di un testa a testa, vinto proprio a pochi secondi dalla conclusione del tempo regolamentare. Decide il piede di Muzzi, tra i protagonisti del match – nel bene e nel male – con i suoi calci piazzati. Se il primo tempo ha visto infatti una certa imprecisione, la ripresa ha invece portato maggiore concretezza nella formazione di casa, che è riuscita a produrre maggior volume di gioco, e a macinare i punti necessari a ricucire il gap costruito nel primo tempo dalla formazione torinese, piazzando poi la zampata vincente all’80’.

La cronaca del match. Kick off per i Centurioni e prima gestione dell’ovale in mano al Settimo che tenta il primo affondo, annullato da Bugatti. Insiste la formazione piemontese con una prolungata azione multifase, sfociata nel piazzato di Biasuzzi, a bersaglio (3-0).
I valtrumplini ribattono immediatamente con un forcing che porta Muzzi in piazzola: il suo tentativo da distanza ravvicinata però non è fortunato. Sul contrattacco il Settimo prova prima a portarsi sullo 0-6 – ma anche il calcio di Biasuzzi non fa danni – e poi trova addirittura la meta dello 0-10, con l’incursione di Correa che si infila tra le maglie e griffa il tabellino.
Al 14’ I Centurioni provano a tornare sotto, approfittando della superiorità numerica per il cartellino giallo mostrato a Nepote. Mc Cann e compagni guadagnano terreno ma arriva prima un “avanti” e poi un altro errore dalla piazzola. Una situazione, questa, che si ripropone anche una ventina di minuti più tardi, quando è Reginato a portare nuovamente in inferiorità numerica il Settimo Torino. La formazione piemontese si chiude in difesa, regalando opportunità di attacco ai nostri. Stavolta lo score si sblocca anche per I Centurioni, con il piazzato di Muzzi, che al 39’ fa 3-10.
Settimo Torino torna a muovere lo score pochi istanti più tardi con il piazzato del 3-13.

La ripresa si apre con una formazione, quella rossoblù, lanciata subito in proiezione offensiva. La distanza viene accorciata dall’ottimo spunto di Alegiani che sfrutta la propria rapidità e progressione e, con un calcio a seguire, trova il guizzo vincente. La meta viene trasformata da Muzzi e porta a -3 i bresciani.
Il gioco è completamente in mano degli uomini di coach Bonacina, i quali riescono ad aggirare il gioco in mischia, prerogativa della formazione piemontese, con azioni in rapidità. Muzzi sigla il pareggio (13-13) al 58’.
I Centurioni spingono. La difesa del Settimo però è solida e concede nel cuore del secondo tempo solo due calci da grandissima distanza. Muzzi dimostra carattere, ma i suoi tentativi dalla piazzola al 60’ e al 62’ finiscono a vuoto. Distanza siderale e stesso risultato anche per il calciatore del Settimo, pochi istanti più tardi. Lo score pare congelato fino a quando sul finale i Centurioni suonano la carica e si appellano alle ultime energie residue per il punto partita. Ancora una volta è Muzzi ad avere la duplice occasione di chiudere il match. Il primo tentativo finisce fuori obiettivo, ma i suoi compagni gli costruiscono immediatamente la seconda chance, che non viene fallita. E’ la conclusione del vantaggio (16-13), fissato dal fischio finale dell’arbitro che vale il secondo successo stagionale dei Centurioni.

Il coach di Promotica Centurioni, Ivano Bonacina: «Se pensiamo al possesso territoriale e al gioco che abbiamo sviluppato durante la partita devo dire che il risultato ci va stretto. Abbiamo dominato, ma è anche vero che abbiamo commesso troppi errori nei momenti chiave. Abbiamo comunque dimostrato carattere, perché pur avendo giocato non al meglio siamo riusciti a portarla a casa all’ultimo minuto. I ragazzi hanno sottovalutato nelle prime battute di gare il Settimo Torinese. Siamo partiti con un buon ritmo e abbiamo subito notato che loro non avevano le nostre gambe. In quegli istanti abbiamo preso quella confidenza che ha rischiato di costarci tanto durante il prosieguo della partita. Abbiamo sprecato in alcune occasioni, sia su azione che da piazzato. Questo ci ha portato ad una fase di down e di scarsa confidenza. E’ emersa un po’ di fragilità mentale nei momenti difficili. Loro hanno fatto una partita impostando il ritmo, ma siamo stati bravi a insistere, anche dalla piazzola, e a non mollare. Alla fine all’ultimo minuto è entrato il calcio piazzato più importante».

Promotica Centurioni – Settimo Torino 16-13 (3-13)
Marcatori: p.t. 4’ cp Biasuzzi (0-3); 13’ m Correa, tr Biasuzzi (0-10), 39’ cp Muzzi (3-10); 40’ cp Biasuzzi (3-13; )45’ m Alegiani, tr Muzzi (10-13), 58′ cp Muzzi (13-13), 80’ cp Muzzzi (16-13)
Promotica Centurioni: Bronzini; Alegiani, McCann, Casini, Bugatti (52’ Russo); Muzzi, Ricchini (48’ Frati); Suttor, Pontanari, Marcellan (46’ Garofalo, 76’ Roncon); Montini (26’ Seye), Zanatta; Maximiliano Montilla (64’ Saccà), Tomas Montilla (76’ Pilani), Datola. A disposizione: Parrino All. Bonacina
Settimo Torino: Biasuzzi; Costantinescu, Correa, Gelos, Manga; Pelozzi (13’ Reginato), De Razza (42’ Cotroneo); Ciraulo, Nepote, Makaia; Prepelita, Lo Greco (43’ Mirenzi); Angotti, Perini, Cairola (34’ Cavallero). A disposizione: Cherubini, Trinchera, Belliero, Campos, All. Monfrino
Arbitri. Filippo Vinci (Rovigo), AA1 Alberto Favaro (Venezia), AA2 Alessandro Spadoni (Milano).
Cartellini: al 14’ giallo a Nepote (Settimo Torino), al 32’ Reginato (Settimo Torino)
Calciatori: Muzzi (Cenutrioni) 3/9; Biasuzzi (Settimo Torino) 3/5
Note: Giornata nuvolosa. Campo sintetico in ottime condizioni. Presenti 200 spettatori.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.