Quantcast

Basket, la Germani a Reggio rimane con la testa nello spogliatoio: finisce 80-61

Più informazioni su

(red.) Capita nello sport di perdere una gara contro una formazione assolutamente alla portata, però fa più male quando la tua squadra sembra che non sia scesa nemmeno in campo. Nella nona giornata del campionato di A1 di basket maschile la Pallacanestro Reggiana fa polpette di una Germani Brescia rimasta con la testa nello spogliatoio vincendo per 80-61 una gara che non è mai stata in discussione e che i reggiani hanno dominato fin dal primo istante con gli inermi bresciani finiti sotto anche di 25.
Nonostante le assenze di Baldi Rossi e Strautins, gli uomini di Caja hanno messo in campo una grinta che ha loro concesso di uscire con una vittoria dall’apnea di tre sconfitte consecutive. Non altrettanto si può dire dei bresciani, che hanno perso la sfida registrando un 6 su 31 dall’arco dei tre punti (19%) e una valutazione di squadra arrivata a quota 48 contro il 103 di Reggio.
I padroni di casa partono alla grande e fanno male alla Germani, con un primo quarto che lascia il segno chiudendosi 26-13. Brescia prova timidamente a riprendersi, ma sono colpi sporadici ribattuti dagli avversari che lavorano molto bene anche in difesa: all’intervallo lungo il distacco resta in doppia cifra.
Il momento complicato della Germani prosegue anche al rientro in campo, con i biancorossi sempre più padroni della gara e con Brescia che sprofonda al -23 del 30’. Il distacco, ormai troppo profondo per essere sanato senza un miracolo, è stato ben gestito nell’ultimo periodo dalla formazione emiliana fino al meritato successo.
Adesso arriva la pausa del campionato per la nazionale, seguita dal difficile impegno contro Venezia.
Il commento amaro di coach Alessandro Magro: “Non abbiamo giocato la partita e questo non è accettabile, non è rispettoso per il livello del basket che proponiamo in allenamento durante la settimana e per il club per cui lavoriamo. Mi prendo la responsabilità di quello che è successo. L’unico modo che conosco per uscire da questo momento è tornare in palestra ad allenarsi. Non abbiamo avuto energia, sparacchiando da tre punti, senza riuscire a fare niente di ciò che avevamo preparato durante la settimana. Questa partita che di fatto non abbiamo giocato non è ammissibile”.

Unahotels Reggio Emilia-Germani Brescia 80-61 (26-13, 40-28, 63-40)
Unahotels Reggio Emilia: Thompson 17 (4/7, 3/6), Hopkins 4 (1/8, 0/2), Candi 5 (2/2, 0/3), Crawford 6 (1/3, 0/2), Colombo ne, Cinciarini 10 (3/5 da tre), Johnson 11 (4/6, 1/4), Olisevicius 18 (3/6, 2/7), Bonacini, Diouf 8 (3/3). All: Caja.
Germani Brescia: Gabriel 5 (1/3, 1/4), Moore 16 (4/9, 2/4), Mitrou-Long 12 (3/6, 1/7), Petrucelli, Della Valle 13 (2/3, 1/7), Eboua 4 (2/3, 0/2), Parrillo, Cobbins 2 (1/1), Biatcha ne, Burns 4 (2/3, 0/1), Laquintana 2 (0/1, 0/2), Moss 3 (0/1, 1/4). All: Magro.
Arbitri: Lo Guzzo, Bongiorni e Di Francesco
Note: Tiri da due: Reggio Emilia 18/36 (50%), Brescia 15/32 (47%); Tiri da tre: Reggio Emilia 9/29 (34%), Brescia 6/31 (19%); Tiri liberi: Reggio Emilia 17/22 (77%), Brescia 13/15 (87%); Rimbalzi: Reggio Emilia 45 (RD 31, RO 14), Brescia 35 (RD 24, RO 11).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.