Quantcast

Vicenza-Brescia, finisce 2-3 la partita al cardiopalma

Cinque gol, tre pali e un rigore sbagliato dai padroni di casa. Alla fine Inzaghi porta a casa un risultato prezioso e si gode il primato in classifica in solitaria.

Più informazioni su

(red.) Grandi emozioni e colpi di scena nella sfida tra Vicenza e Brescia allenate da due ex compagni nel Milan, Brocchi e Inzaghi. Le Rondinelle la spuntano 2-3, ma nel mezzo ci sono il vantaggio vicentino, il recupero e il sorpasso bresciani, due traverse, un palo e un rigore sbagliato da parte dei padroni di casa, il terzo gol degli ospiti e le distanze accorciate dal Vicenza che ha premuto, invano, fino all’ultimo istante della partita alla ricerca del pareggio.
Al 18’ il Vicenza si porta avanti con Proia che conclude un bel contropiede di Dalmonte. Subito dopo però è Palacio a riequilibrare il risultato: errore di  Padella e Bajc ne approfitta servendo all’argentino un pallone d’oro per l’1-1. E’ ancora Bajc alla fine del primo tempo a servire Bertagnoli che non sbaglia e porta le Rondinelle in vantaggio.
Nella ripresa i vicentini rientrano in campo convinti di potercela fare e in effetti premono in avanti schiacciando il Brescia che viene salvato tre volte dai pali, ma soprattutto viene salvato da Diaw che al 74’ butta via la migliore occasione per pareggiare: un calcio di rigore per il Vicenza che Joronen intuisce e gettandosi alla propria sinistra manda in corner.
I biancorossi restano sbilanciati in avanti nel disperato tentativo di agguantare un pari alla loro portata e il Brescia ne approfitta subito con una ripartenza che consente a Bertagnoli di mettere a segno la propria doppietta personale e il momentaneo 1-3. All’85’ Giacomelli punisce con un gol su punizione una distrazione di Joronen. Ma ormai è tardi: Brescia incassa i tre punti e si trova primo da solo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.