Quantcast

Tokyo, Vanessa e le compagne sfiorano il bronzo

Una beffa da soli quattro decimi ha lasciato la campionessa orceana e le squadra di ginnaste a bocca asciutta, dietro la Gran Bretagna.

(red.) Delusione per Vanessa Ferrari e le ginnaste azzurre alle Olimpiadi di Tokyo: la squadra italiana, capitanata dalla farfalla bresciana, è arrivata ad un soffio dal podio.

Una beffa da soli quattro decimi ha lasciato la campionessa orceana e le compagne a bocca asciutta, dietro la Gran Bretagna. Una medaglia olimpica che, per la ginnastica italiana, manca ben dal 1928.
Martina Maggio, Asia e Alice D’Amato, e la capitana Vanessa Ferrari, partite da un settimo posto nelle qualifiche, se la sono dovuta vedere con Cina, Francia, Giappone e Gran Bretagna per il bronzo, mentre Stati Uniti e Russia si sono affrontate per l’oro.

Vanessa Ferrari Tokyo

Le quattro ginnaste della Brixia hanno compiuto una prestazione eccezionale, nonostante il quarto posto ottenuto nella gara a squadre: prima il corpo libero con Asia ed Alice D’Amato , quindi Vanessa che, sulle note  di “Con te partirò” ha eseguito un esercizio di altissimo livello, conquistando il punteggio di 14,100 ( alle qualifiche era stato di 14,166), la gara è continuata e si è conclusa con le azzurre che hanno chiuso a soli quattro decimi dlala britanniche, medaglia di bronzo, oro per la Russia e  argento per gli Usa, con il ritiro dalla gara a squadre della rivale storica della Ferrari, Simone Biles, la quale, dopo un volteggio di scarsa efficacia, ha preferito farsi da parte e fare entrare in squadra la riserva.

Le prossime gare per la Ginnastica sono in programma questo mercoledì 28 luglio con Martina Maggio e Alice D’Amato nell’All Around, mentre lunedì 2 agosto toccherà a Vanessa cimentarsi nella finale del corpo libero.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.