Quantcast

Golfo di Salò, nel fine settimana in acqua i velisti del Para Sailing

Più informazioni su

(red.) Sul Garda la vela naviga a gonfie vele. Dopo i Monotipi di Dolphin, Asso 99, etc, le classi giovanili, dall’Optimist al 29Er, dall’O’Pen Skiff al Laser, diventato Ilca, ora tocca ai velisti del Para Sailing. L’appuntamento è fissato nel prossimo week end con la tappa del Circuito Nazionale del 2.4 Metre, anticipato da un Raduno della Federazione Italiana Vela. L’organizzazione è curata dalla Canottieri Garda con la XIV Zona di Federvela. Di fatto, è un ritorno a casa visto che qui fanno riferimento i Campioni e vice campioni internazionali e nazionali in carica. Sono Antonio Squizzato e Davide Di Maria. Da ricordare che questa flotta fu ospite, sempre di questo golfo in occasione, del Cico, i Campionati Italiani delle classi olimpiche del 2019.

 

La regata sarà osservata da dirigenti e tecnici della Federazione. Capo delegazione sarà Fabio Colella, consigliere nazionale di Federvela, responsabile di questa importante attività del Para Sport. Con lui ci saranno il presidente della XIV Zona Rodolfo Bergamaschi e il tecnico zonale Davide Ballarini. La vela, seppur uscita dal programma delle Paralimpiadi, in Italia continua a far parte dei circuiti olimpici. Si tratta di un segnale importante che la Federazione Italiana Vela sta dando a tutto il movimento velico, che va dai giovanissimi all’Olimpiade, dal Para Sailing ai tanti progetti attuati con Università e Scuole Medie e Superiori.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.