Basket serie A, Germani parte male poi sfiora rimonta contro Treviso

Ieri la sconfitta casalinga di Brescia. -28 all'intervallo lungo, nel finale sfiora il tentativo di andare all'overtime.

Più informazioni su

(red.) GERMANI BRESCIA-DE’ LONGHI TREVISO 91-94 (17-36, 33-61, 62-81)

Germani Brescia: Vitali 7 (2/3, 1/3), Parrillo, Chery 9 (3/5, 1/3), Bortolani 7 (2/2, 1/2), Wilson 3 (0/2, 1/1), Willis 16 (7/14, 0/1), Crawford 13 (4/8, 1/1), Burns (ne), Kalinoski 19 (1/6, 5/7), Moss 9 (1/2, 2/2), Sacchetti 6 (1/1, 0/2), Ancellotti 2 (1/2). All. Buscaglia.
De’ Longhi Treviso: Russell, Logan 23 (5/9, 4/11), Vildera 3 (1/3), Bartoli (ne), Imbrò 29 (1/1, 7/12), Piccin, Chillo 2 (1/1, 0/1), Mekowulu 13 (6/7), Sokolowski 13 (0/4, 3/4), Akele 11 (3/4, 1/2). All: Menetti.
Arbitri: Martolini, Borgo e Valzani.
Note: Tiri da 2 Brescia 22/45 (49%), Treviso 17/31 (55%). Tiri da tre Brescia 12/23 (52%), Treviso 15/31 (48%). Tiri liberi Brescia 11/15 (73%), Treviso 15/20 (75%). Rimbalzi Brescia 31 (25 RD, 6 RO), Treviso 36 (28 RD, 8 RO).

E’ una sconfitta che lascia l’amaro in bocca quella rimediata ieri sera, domenica 31 gennaio, dalla Germani Basket Brescia al PalaLeonessa contro Treviso. Il risultato di 91-94 a favore degli ospiti è l’esito di una partita dai due volti. Nei primi 20′ i veneti sono stati impeccabili al cospetto di una formazione, quella bresciana, che ha iniziato molto male la gara. Tanto che all’intervallo lungo Treviso vinceva con uno scarto di 28 punti.

Nella ripresa la Germani cambia faccia e inizia una rimonta quasi storica. Tanto che quasi alla sirena solo il ferro colpito da Bortolani con un tiro dai tre punti si è opposto alla possibilità dell’overtime. In una serata di luci e ombre, tra i bresciani ha prevalso Willis con 16 punti e 12 rimbalzi. Nel prossimo turno, domenica 7 febbraio, Brescia sarà ospite di Trieste con palla a due alle 12.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.