Rondinelle sconfitte in casa dal Frosinone per 1-2

Grandi occasioni anche per il Brescia, ma la partita è stata rovinata dall'espulsione di Bjarnason per doppia ammonizione.

Più informazioni su

(red.) Reduce da due sconfitte consecutive, il Frosinone ha espugnato il Rigamonti, approfittando del fatto che il Brescia era falcidiato da positività al Covid e infortuni. Vittoria importante per gli ospiti, che si rilanciano in zona playoff.
I bresciani però si sono resi pericolosi nelle fasi iniziali del match e hanno mostrato a tratti una netta superiorità sugli avversari nel primo tempo. Però sono stati i ciociari a passare in vantaggio, al 27′, con Zampano che, dopo aver superato il proprio avversario  ha fatto un cross a rientrare che, beffardamente, s’è infilato in rete dopo che tutti erano andati a vuoto e passando sotto le gambe di Chancellor.

Le Rondinelle non ci stanno e al 33′ la pressione dei padroni di casa ha prodotto il gol di Torregrossa (gli era stato appena annullata una rete per fallo di mano), il quale dopo un tocco di Dessena ha approfittato della palla vagante in area per pareggiare. Subito dopo altra grande occasione fallita, sempre con Torregrossa.
Nel secondo tempo la partita è girata e i padroni di casa hanno iniziato a soffrire finché, al 66′, ci ha pensato l’arbitro Giua a dare un colpo agli equilibri dell’incontro con l’espulsione di Bjarnason per doppia ammonizione.
Costretto a giocare in 10 il Brescia ha mostrato la corda, così all’84’ è arrivato il gol dell’1-2 per il Frosinone con Parzyszek che ha ribattuto in rete una respinta di Joronen su colpo di testa di Ciano.

“Penso che abbiamo giocato una buona partita e alla pari fino al rosso di Bjarnason”, sono state le parole di mister Diego Lopez,La scelta di Giua è stata troppo affrettata e ha condizionato l’andamento della gara: certi errori pesano. Ad ogni modo non voglio cercare alibi perché in alcune situazioni dobbiamo certamente migliorare: sulla splendida parata di Joronen c’è da farsi trovare più pronti e arrivare prima sul pallone. Verzeni? Ha fatto un’ottima gara pur essendo all’esordio. Bene anche Zmhral e mi ha sorpreso Torregrossa che non era in condizioni ottimali, ossia al top della forma, e invece ha disputato un match generoso fino alla fine. Inutile nasconderlo, il risultato pesa, ma dobbiamo guardare avanti”.

“Nel primo tempo abbiamo fatto bene, anche se ci sono stati alti e bassi ma l’avversario non credo abbia fatto più di noi”, ha commentato Alessandro Nesta, allenatore del Frosinone.” Anzi, se fossimo riusciti a fare meglio l’ultimo passaggio forse potevamo fare qualcosa in più già nei primi 45’. Poi nel secondo tempo abbiamo avuto tante occasioni, spinto con maggiore decisione e alla fine siamo riusciti a trovare il gol-vittoria”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.