Attività sportiva, la Provincia di Brescia sblocca le palestre

Via libera agli allenamenti e alle competizioni anche nelle strutture degli Istituti scolastici. Vincolante sarà il parere dei presidi.

(red.) La Provincia di Brescia, al fine di rispondere positivamente alle istanze dei comuni e delle associazioni sportive, ha approvato, con decreto del presidente, un protocollo contenente le disposizioni cui ottemperare per accedere alle palestre di proprietà provinciale, ubicate presso gli Istituti di istruzione superiore, in orario extrascolastico.
Il protocollo interessa tra l’altro moltissime società sportive bresciane, di diverse discipline ma soprattutto ginnastica, basket e volley, che eservitano la propria attività (allenamenti e partite) nelle palestre di proprietà della Provincia di Brescia.

All’interno delle palestre, informa un comunicato, saranno ammesse le seguenti attività:

attività di base;
attività sportive di allenamento da parte di atleti affiliati ad organizzazioni sportive;
attività ludico-motorie ;
competizioni sportive.

“Questo Protocollo di Sicurezza –ha dichiarato il presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi – si pone l’obiettivo di contrastare e contenere la diffusione da virus Covid-19 attraverso la predisposizione e l’applicazione di opportune misure di gestione del rischio da contagio. Il Protocollo è operativo presso le palestre di proprietà della Provincia e ha come destinatari i Comuni concessionari e gli operatori sportivi che usufruiscono delle stesse in orario extrascolastico”.

“E’ frutto di un lavoro sinergico importante – ha aggiunto il consigliere delegato all’Istruzione Filippo Ferrari – che da una parte vuole valorizzare la pratica sportiva, tutelando quindi gli atleti e tutte le realtà e le associazioni coinvolte, e dall’altro vuole garantire la sicurezza e la salute degli utenti, tenendo conto del buon avvio dell’anno scolastico, che non ha determinato problemi in merito alla gestione degli spazi. Il Protocollo di Sicurezza sarà ora inviato ai comuni bresciani per una massima condivisione”.

I comuni dovranno attivarsi per definire con le Società/Associazione/Enti sportivi operanti sul proprio territorio un programma di attività il più possibile pianificato attraverso convenzioni/accordi stagionali. Tale programma di attività dovrà essere sottoposto alla valutazione del Dirigente Scolastico dell’Istituto di riferimento al fine di acquisirne il parere vincolante.
Solo dopo l’espressione del parere positivo da parte del dirigente scolastico la Provincia di Brescia attiverà le procedure necessarie per l’utilizzo delle strutture sportive.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.