Ciclismo, il 20 settembre a Darfo Boario il memorial Maffi

Più informazioni su

Dopo la forzata pausa dovuta alla emergenza sanitaria, la città di Darfo Boario Terme si prepara ad ospitare il ritorno di uno degli sport più amati nella nostra Valle: il ciclismo.
Infatti, grazie alla collaborazione tra l’AS Boario e ASD Progetto Ciclismo Rodengo Saiano organizzatore dell’evento fin dall’origine, vista la profonda amicizia tra il presidente, Fabrizio Bontempi e il presidente di AS Boario Ezio Maffi, domenica 20 settembre la città camuna ospiterà -per la prima volta a Boario- il “18 Trofeo ASD Progetto Ciclismo – Memorial Cav. Augusto Maffi”.

Un ritorno atteso e auspicato non solo per l’aspetto sportivo -commenta l’assessore allo Sport della città di Darfo Boario Terme, Katia Bonetti – Infatti la nostra città di fregia di essere città della salute e dello sport, sottolineando un binomio che caratterizza il nostro territorio“
Proprio nei lunghi mesi di lock down e di emergenza -continua Katia Bonetti– abbiamo avuto modo ancor più di apprezzare il ruolo positivo e fondamentale che lo sport riveste nella nostra vita sia in termini di salute che di socialità e salutiamo con entusiasmo il ritorno di una manifestazione che ha così tanti amici e che guarda con speranza al futuro”.

La gara regionale, che porterà a Boario più di un migliaio persone tra atleti e accompagnatori, è riservata agli atleti della categoria “giovanissimi” (sia maschi che femmine), ovvero bimbi compresi tra i 7 e gli 11 anni e coinvolgerà una trentina di team provenienti da tutta la Lombardia. I 250 ragazzi, in base alla categoria di appartenenza, si confronteranno lungo il circuito tracciato di circa 750mt, per un numero di giri crescente in funzione dell’età.
Si tratta di una gara che per noi ha un particolare significato, soprattutto quest’anno -specifica Ezio Maffi, presidente di AS Boario– Infatti, oltre al valore affettivo che riveste per tutta l’AS Boario e per me in particolare, questo evento ha il privilegio di farci assaporare momenti di sport insieme: consuetudini alle quali abbiamo dovuto rinunciare a causa del Covid.”

Con questo appuntamento il movimento ciclistico, che aveva già ripreso l’attività professionistica, riavvia il percorso dei più giovani che saranno i campioni di domani: un segno di speranza e di ritorno alla normalità, pur nel pieno rispetto delle disposizioni in materia di sicurezza e prevenzione “COVID-19. Un impegno organizzativo maggiore che guarda con gli occhi dei bambini al futuro”, conclude Ezio Maffi
Gli atleti partiranno da via De Gasperi lungo un anello che attraverso viale Repubblica e via Fausto Cadeo, li riporterà alla partenza nei pressi di piazzale Einaudi (Stazione di Boario). Partenza alle ore 14.00 e conclusione delle gare prevista per le ore 18.00,

Siamo davvero felici che questo evento torni in città e, a nome di tutta l’amministrazione, desidero esprimere un ringraziamento di cuore a Ezio Maffi e a tutta l’AS Boario per la grande passione e determinazione con la quale promuove una attività sportiva tanto preziosa per i nostri ragazzi -conclude l’assessore Bonetti– Un ringraziamento con altrettanta riconoscenza alla Protezione Civile, all’Associazione nazionale Carabinieri, alla Polizia Locale della città e a Camunia Soccorso per l’assistenza alle gare e per lo spirito di squadra che anima le loro azioni”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.