Brixia Fighter, arti marziali e spettacolo al Margherita d’Este

Appuntamento in via Giorgione 7 a Brescia, domenica 15 dicembre dalle ore 10.

(red.) Quarta tappa del Circuito Brixia Fighter. Si tratta dell’inizio di una collaborazione tra un gruppo di persone che hanno come passione l’abbinamento tra attività fisica e Spettacolo. Per tutti gli amanti degli sport da combattimento, appuntamento al Centro Margherita d’Este di via Giorgione 7 a Brescia, domenica 15 dicembre dalle ore 10.

Questo evento, dove si svilupperanno incontri “Light” di diverse discipline, è dedicato a tutti i tesserati che vogliono mettersi in gioco esibendosi in pubblico nelle loro specialità, e agli appassionati che, pur non praticando arti marziali, ne sono attratti. Tutto questo grazie alla coinvolgente struttura interna de “La Casa di Margherita D’Este” che ha la forma di un’arena.
Il Circuito Brixia Fighter ha l’obiettivo di coinvolgere la popolazione a riattivare la propensione all’attività sportiva, proponendo una preparazione specifica per ognuno, dal bambino, che in questo modo non si rifugia in un mondo virtuale e nei “social” e si riappropria della sua fisicità attiva, all’adulto, che si ritrova coinvolto in uno stile di vita lavorativa e sociale particolarmente frenetica, oggi sostenibile solo con una preparazione psico-fisica adeguata.

Un’altra motivazione, non meno importante, anzi molto sentita dagli ideatori di Brixia Fighter, è anche fornire una giusta consapevolezza alle Donne che subiscono vessazioni e prepotenze intollerabili.
Una buona preparazione fisica, tecnica e lavoro sull’autostima, possono essere le armi più efficaci per difendersi da situazioni difficili e dare una risposta efficace alla piaga della prevaricazione forzata nei loro confronti.

 

Programma
– Ore 10,00 Pesatura atleti e verifiche
– Ore 12,00 gara combattimenti light – ludico bambini 7-11 anni
( kickboxing, K1,Free Punch )
– Esibizione del rapper Tommy Tiger, uno dei più giovani affermati
artisti del panorama musicale italiano
– A seguire: gara combattimenti juniores light ragazzi 12-17 anni
( kickboxing, K1,Free Punch, MMA, Graprling )
– A seguire: gara combattimenti senior light
( kickboxing, K1,Free Punch, MMA, Graprling )
Chiusura sessione incontri indicativamente alle ore 20.00

 

 

MA QUALI SONO LE DISCIPLINE CHE SI VEDRANNO DOMENICA 15 DICEMBRE?

K-1. Sport di combattimento nato in Giappone. Le tecniche utilizzate durante gli incontri sono tecniche di
braccia, tecniche di piede e ginocchiate, e tutte solamente di percussione. Nei combattimenti di K-1
si possono trovare combattenti che arrivano da diverse arti marziali, come Muay
Thai, Karate e Taekwondo o dagli sport da ring come Kickboxing, Full contact e Boxe.
KICKBOXING. La kickboxing è nata in Giappone negli anni sessanta. In quel periodo le uniche forme di combattimento a contatto pieno erano il full contact karate, il muay thai thailandese, il Sambo russo, la savate francese, il taekwondo coreano, il karate contact ed il sanda cinese.
I giapponesi iniziarono a organizzare gare di karate a contatto pieno (karate full contact). Questo genere di combattimenti stava acquisendo interesse sempre maggiore finché negli anni ’70, alcuni maestri di arti marziali provarono a sperimentare una nuova formula unendo le tecniche di pugno del pugilato alle tecniche di calcio del karate e nacque così il Full Contact Karate.
Tuttavia vi fu una certa confusione dei nomi e degli stili, anche in virtù del fatto che nel Full Contact Karate si colpisce con i calci, dal busto in su, mentre nella kickboxing giapponese si potevano dare calci anche alle gambe.
MMA. Le Mixed Martial Arts (MMA) sono lo sport di combattimento a contatto pieno più completo che esiste e sono in assoluto, tra tutte le arti marziali/sport di combattimento, il sistema migliore e più efficace per il combattimento reale a mani nude e per la difesa personale e sono particolarmente raccomandate per l’allenamento delle forze di polizia e militari. Nelle Mixed Martial Arts è infatti permesso sia colpire che lottare e si possono utilizzare le tecniche e i colpi di tutte le arti marziali/sport di combattimento.
Il combattimento di MMA si svolge sia in piedi che a terra con l’utilizzo di tecniche sia di grappling (portate a terra, strangolamenti, leve articolari) che di striking (pugni, calci, gomitate, ginocchiate). Questo sport permette quindi ad atleti di diverse arti marziali/sport di combattimento di confrontarsi tra di loro.
GRAPPLING. Il submission wrestling, detto anche grappling o submission grappling, è uno stile di lotta in cui lo scopo è portare a terra l’avversario e costringerlo alla resa con una tecnica di sottomissione (strangolamenti, leve articolari o pressioni dolorose).
FREE PUNCH. Il Free Punch o Free Boxe prende spunto dal pugilato con gli stessi colpi viene considerato alla pari della boxe solo che viene aggiunto un valore all’esecuzione della tecnica.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.