Quantcast

Ritira squadra, allenatore invitato a palazzo Chigi

Marco Giazzi del Basket Carpenedolo e il giovane arbitro insultato dai genitori chiamati dal sottosegretario Giorgetti. Persa a tavolino o si rigioca?

(red.) Quanto accaduto domenica scorsa 20 gennaio nel match di basket under 13 tra Amici Basket Carpenedolo e i mantovani del Quistello è diventato un caso mediatico a livello nazionale. Marco Giazzi, 25 anni, studente di Scienze motorie e insegnante in una scuola elementare in provincia di Mantova, aveva infatti deciso di ritirare la propria squadra. Questo, dopo che dagli spalti della palestra erano volati insulti all’indirizzo dell’arbitro 13enne per come stava conducendo la partita. E al terzo parziale, in vantaggio di 10 punti, ha deciso di non far più giocare la propria squadra di Carpenedolo. Un atto coraggioso che ha portato tutta l’Italia sportiva a sostenere il giovane allenatore. E tra loro anche Luca Vitali della Germani Basket Brescia che applaude all’azione.

Ma nel frattempo, aldilà degli attestati di stima, emerge anche una situazione che sembra stia degenerando. Al coro si è aggiunta anche la presidente della Leonessa Graziella Bragaglio che si dice preoccupata di quanto sta accadendo a livello sportivo. E nel mirino finiscono sempre di più i genitori più facinorosi e che ora l’intero mondo sportivo chiede di isolare. E l’eco mediatico ha raggiunto anche la politica. Tanto che il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti ha annunciato di aver invitato a palazzo Chigi proprio il giovane allenatore Marco Giazzi e l’arbitro 13enne destinatario degli insulti.

Il rappresentante del Governo ha anche anticipato di voler attivare una serie di iniziative di cultura, ma anche repressione, per far emergere solo la pratica positiva dello sport. Ma in questo scenario c’è ora l’interrogativo sul match sospeso. Ieri, martedì 22 gennaio, alla Federazione di basket è arrivato il referto e si attende una decisione del giudice sportivo tra giovedì 24 e venerdì 25. Potrebbe arrivare una sconfitta per 0-20 a tavolino verso la squadra bresciana, anche se a livello provinciale e nazionale, muovendo addirittura il presidente della Federazione Gianni Petrucci, potrebbe essere ipotizzato di rigiocare il match.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.