Basket, primo successo Brescia al PalaLeonessa

Contro Pesaro inizio da incubo, poi bene nel secondo parziale e decisivo l'ultimo quarto per la vittoria con il risultato di 84-81. Mercoledì a Montecarlo.

(red.) GERMANI BASKET BRESCIA-VICTORIA LIBERTAS PESARO 84-81 (17-27, 50-44, 65-63)

Germani Basket Brescia: Allen 10 (4/7), Hamilton 15 (4/9, 2/7), Ceron 7 (2/2, 1/4), Abass 6 (3/4, 0/4), Vitali 4 (1/5 da tre), Laquintana 9 (4/5, 0/1), Caroli ne, Mika 4 (0/1), Beverly 11 (5/6), Zerini (0/1) Moss 9 (2/3, 1/2), Sacchetti 9 (1/3, 2/4). All. Diana.
Victoria Libertas Pesaro: Blackmon 35 (4/5, 6/12), McCree 9 (2/4, 1/3), Artis 13 (4/9, 1/3), Murray 4 (0/5, 1/3), Conti ne, Bonci ne, Giunta ne, Ancellotti (0/2), Monaldi 2 (1/2, 0/1), Shaskov, Zanotti 3 (1/2), Mockevicius 15 (7/8 da due). All. Galli.
Arbitri: Vicino, Bartoli e Perciavalle.
Note: Tiri da 2: Brescia 25/41 (61%), Pesaro 19/37 (51%) – Tiri da 3: Brescia 7/27 (26%), Pesaro 9/23 (39%) – Tiri liberi: Brescia 13/21 (62%), Pesaro 16/25 (64%) – Rimbalzi: Brescia 34 (25 RD, 9 RO), Pesaro 30 (26 RD, 4 RO).

Dopo due stop consecutivi, la Germani Basket Brescia è tornata al successo in campionato battendo ieri, domenica 4 novembre, al PalaLeonessa la Victoria Libertas Pesaro con il punteggio di 84-81. La Leonessa deve sudare per avere la meglio sulla squadra adriatica allenata da coach Galli. Ne è uscita una partita vibrante ed emozionante fra due squadre a caccia dei due punti. Alla fine a spuntarla è la Leonessa, che in un solido secondo periodo colma il solco creato dagli avversari nei primi minuti, ma solo nell’ultimo quarto riesce a centrare la fuga giusta che la porta ad alzare le braccia al traguardo. Avvio shock per la Leonessa che subisce la sfuriata offensiva di Pesaro fin dalla palla a due. Blackmon (35 punti a referto a fine serata) trova fin da subito un ottimo feeling con il tiro da tre, chiude a 14 punti il proprio fatturato nei primi 10′ e permette a Pesaro di chiudere avanti la prima frazione per 27-17.

La reazione della Leonessa arriva a inizio secondo quarto e parte dalla difesa. La retroguardia di Diana sbarra la via del canestro a Pesaro che, intanto, cala anche nel tiro da tre. Laquintana ruba due palloni consecutivi e segna suonando la carica per la Germani, l’ex Ceron mette 6 punti consecutivi pesanti e agguantando la parità, chiudendo poi in vantaggio per 50-44 grazie alle giocate di Sacchetti e Moss. La Leonessa tenta la fuga già in avvio di terza frazione portandosi avanti di dieci lunghezze (59-49), ma Pesaro risponde con un parziale di 8-0 che la riporta a un solo possesso di distanza a fine terzo quarto (65-63). L’ultimo periodo è una continua altalena. Ancora Blackmon semina il panico nella difesa di Brescia, che torna ad avere difficoltà nel segnare in attacco. Sul 76-76 a 3′ dalla sirena sale in cattedra Jordan Hamilton (15 punti per lui a fine gara e miglior realizzatore bresciano), che segna dopo aver catturato un rimbalzo offensivo e poi infila la tripla che consegna il +3 a Brescia a 60 secondi dalla chiusura. La difesa di Brescia e i giri in lunetta di Vitali e Allen nell’ultimo minuto di gara fanno il resto, certificando l’84-81 finale.

“Abbiamo disputato una partita sicuramente non bella, caratterizzata dai troppi alti e bassi. Il nostro ritmo partita non è stato costante ed è proprio sotto questo aspetto che dobbiamo migliorare, cercando di sfruttare meglio la fisicità dei nostri giocatori – ha commentato coach Andrea Diana al termine della partita.- Siamo partiti molto contratti, poi siamo rientrati in partita grazie all’intensità difensiva, al gioco in velocità e attaccando l’area con prepotenza. Queste sono le chiavi per poter continuare a vincere. Nel terzo e quarto periodo abbiamo abbassato troppo l’intensità di gioco, questo ci ha reso troppo macchinosi in attacco e ha permesso a Pesaro di rientrare in partita. 

Al di là della partita poco spettacolare, per noi era importante portare a casa i due punti e ci siamo riusciti vincendo una partita combattuta punto a punto. Questo deve darci morale per continuare nel nostro percorso di crescita”. Per Brescia mercoledì 7 novembre c’è la trasferta in Eurocup alle 19,45 sul campo del Monaco e sabato 10 prossimo alle 20,30 l’anticipo di campionato fuori casa sul campo di Trentino.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.