Quantcast

Basket, Leonessa non sfigura contro Stoudemire

Amichevole di lusso con l'Hapoel dell'ex stella Nba, agli ordini di coach Pianigiani. Finisce 67-78 per gli ospiti. Ma i bresciani si comportano bene. in evidenza Lee Moore.

Più informazioni su

L’Hapoel Gerusalemme di coach Simone Pianigiani (ex Siena, ex nazionale) conquista la prima edizione del Trofeo Roberto Ferrari di basket imponendosi al PalaGeorge di Montichiari sulla Germani Leonessa Brescia con il punteggio di 78-67.
L’avversario dei bresciani era di quelli tosti, con un roster costruito per ben figurare a livello di Eurolega e ricco di campioni tra cui spicca l’ex stella Nba Amar’e Stoudemire, ma la Leonessa – matricola quest’anno nel campionato italiano di serie A1 dopo aver vinto l’anno scorso la A2 – non ha fatto una brutta figura davanti ai 2500 spettatori che popolavano le tribune del palazzetto monteclarense.
Parte bene la Germani, che trova un terminale offensivo di rilievo nella giovane guardia Lee Moore impegnata a conquistarsi un contratto (il periodo di prova scade il 26 settembre) e da subito molto presente. Farà 17 punti nei primi 20 minuti con 2/2 da tre.
L’Hapoel però non è qui solo per fare passerella: Jerrells, già visto nell’Olimpia Milano, e l’ex sassarese Dyson, vecchie conoscenze del campionato italiano, portano avanti il quintetto di Pianigiani alla fine del primo periodo: 22-24. All’inizio del secondo quarto la Leonessa, nonostante lo stop di Cittadini (fuori per una botta al polpaccio) realizza un parziale di 12-2 e non chiude in vantaggio il primo tempo solo per merito di Kinsey, che con una bomba sulla sirena lascia l’Hapoel avanti di 2 lunghezze (41-43) all’intervallo lungo.
L’inizio del terzo periodo è il momento di Stoudemire (8 punti nel quarto) che favorisce il nuovo allungo degli israeliani i quali al 28′ raggiungono la doppia cifra di vantaggio (49-59). Landry dalla lunetta e Bushati dall’arco riducono lo svantaggio e permettono alla Germani di arrivare agli ultimi 10 minuti sotto di soli 7 punti (54-61).
Nella prima parte del quarto periodo la Leonessa compie il massimo sforzo per rientrare in partita, tornando a -5 (61-66 al 35′). Un siluro di Dyson dà però ossigeno all’Hapoel, che nonostante le giocate di Moss tiene il vantaggio nella volata finale e porta a casa la vittoria.

GERMANI BASKET BRESCIA-HAPOEL BANK YAHAV GERUSALEMME 67-78 (22-24, 41-43, 54-61)

BRESCIA: Passera, Berggren 7, Cittadini, Bruttini 2, L. Vitali 5, Landry 12, Moore 19, Bolis ne, Mazic ne, Nyonse ne, Dalovic ne, M. Vitali 5, Moss 14, Bushati 3. All: Diana.
HAPOEL GERUSALEMME: Stoudemire 13, Dyson 17, Elyahu 4, Halperin 1, Timor 3, Menco, Kinsey 6, Jones 11, Shefa ne, Peterson 10, Jerrells 7, Rosefelt. All: Pianigiani.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.