Quantcast

Brescia Art Marathon, dominano i keniani

Reuben Berio, 22 anni, ha tagliato il traguardo in 2 ore, 9 minuti e 5 secondi. Superato record di Sigei del 2003. Paura a partenza per un runner.

Più informazioni su

BAM(red.) Grande successo di pubblico e partecipazione domenica 13 marzo per la “Brescia Art Marathon” che si è corsa nel centro storico della città in una giornata in cui auto e moto sono dovute rimanere ferme in garage. Erano 6 mila alla partenza da viale Europa, un record per la manifestazione favorita anche dalle condizioni meteo ottime per correre. Dal punto di vista sportivo, la maratona di 42 chilometri è stata ad appannaggio dei keniani che hanno conquistato le prime due posizioni. A vincere la gara, dopo aver tagliato il traguardo in piazza Loggia, è stato il 22enne Reuben Kerio che si è aggiudicato la corsa percorrendo il tragitto in 2 ore, 9 minuti e 5 secondi. Un risultato che gli consente di battere il record di Mathew Sigei di 2 ore, 9 minuti e 17 secondi dell’edizione inaugurale del 2003. Sul secondo gradino del podio è arrivato un connazionale di Kerio, Emmanuel Kichwen.
Per quanto riguarda gli atleti di casa, il migliore è stato il 29enne Nicola Venturoli di Bovezzo, che ha tagliato il traguardo in quarta posizione. E’ stato preceduto al terzo posto da Edwin Kipchom. Per la manifestazione femminile, invece, ha vinto Abebu Gelan seguita da Monica Baccanelli al secondo e Laura Gotti al terzo posto. La giornata ha visto in gara anche la mezza maratona maschile e femminile. Nella prima, sui 21 chilometri, ha vinto Francesco Puppi seguito da Mohammed El Kasmi e Mauro Gibellini. Per la seconda, invece, si è distinta Barbara Bani seguita da Enrica Carrara e Francesca Iachemet. Infine, sulla 10 chilometri, ha vinto Mahadi Amen Sejdani per i maschi e Sara Bottarelli per le donne.
Per tutti la premiazione è arrivata all’ombra di piazza Loggia con il vice sindaco Laura Castelletti a fare gli onori di casa. La giornata, però, era iniziata con la paura per un 40enne partecipante alla competizione. Subito dopo la partenza ha accusato un malore in via Schivardi, tanto da andare in arresto cardiaco. Un medico che aderiva alla manifestazione come runner si è fermato per prestare assistenza e rianimarlo, prima che un’ambulanza lo portasse in ospedale dove poi si è ripreso. Per quanto riguarda la circolazione stradale nella giornata di blocco, la polizia locale ha sanzionato quaranta veicoli.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.