Quantcast

Basket Brescia, a Trieste per vincere

Domenica la Leonessa ospita la squadra friulana. Coach Diana: "Avversari mi piacciono tantissimo. Ricordano noi".

Più informazioni su

BBL_vs Casale_Monferrato(red.) Una Leonessa Basket Brescia incerottata ma pronta a combattere dal primo all’ultimo minuto, con un Fernandez estremamente determinato a far dimenticare la propria opaca prestazione contro Casale Monferrato. Sono queste le sensazioni in vista del match di domenica 15 febbraio contro Trieste, nelle parole di coach Diana e lo stesso Juan Fernandenz.
“Incontriamo una squadra che mi piace tantissimo perché molto giovane e con una sua precisa identità”, ha dichiarato Diana. “Ci troveremo di fronte dei ragazzi in continuo miglioramento tecnico, dimostrazione di quanto sia efficace il lavoro settimanale di Eugenio Dalmasson e del suo staff. Trieste mi ricorda un po’ la mia Leonessa, perchè scendono in campo con uno spirito battagliero in ogni partita, senza mollare mai. Come ha dimostrato la gara d’andata: dopo il primo tempo sembrava chiusa e invece Tonut e compagni bravi a metterci paura riavvicinandosi pericolosamente alla fine del match. Ho nominato Tonut non a caso: tra i singoli è sicuramente uno dei migliori prospetti italiani in questo momento e dovremo essere bravi a non farlo accendere. Poi sicuramente lo strapotere fisico di Holloway sotto i tabelloni sarà un altro fattore da tener presente”.
Parola poi a Juan Fernandez: “Domenica con Trieste ci aspetta una partita davvero delicata: è una squadra giovane e per questo imprevedibile, che all’andata ci aveva messo in difficoltà nella seconda parte di gara. Una vittoria sarebbe fondamentale per preparare con il massimo dell’energia, dell’entusiasmo e della concentrazione il big match con Verona, anche se cominceremo a pensarci da domenica sera”. “Per quanto mi riguarda sono molto carico dopo una partita, quella di domenica scorsa con Casale Monferrato, nella quale le cose non sono andate per il verso giusto. Certo non ne ho fatto un grosso problema, visto che è arrivata la vittoria. Sono molto contento perchè ancora una volta la squadra ha dimostrato che nessuno è indispensabile e che anche se manca l’apporto di qualcuno la vittoria puó comunque arrivare”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.